CORONAVIRUS

Fioritura, le lenticchie di Castelluccio diventano opera d'arte

Martedì 9 Giugno 2020 di Ilaria Bosi
NORCIA - Lenticchie, orzo e farro per rappresentare lo spettacolo della fioritura e realizzare un angolo per selfie e foto ricordo. Così i prodotti della terra, a Castelluccio, sono diventati opera d’arte. Nell’omaggio dei 12 agricoltori della Cooperativa Lenticchia di Castelluccio, non c’è soltanto l’invito subliminale a non calpestare le coltivazioni, ma anche un ringraziamento pubblico agli operatori sanitari impegnati, in tutto il Paese, nell’emergenza covid-19. Così è nato quel quadro di quasi 4 metri per 3, posto alle pendici del borgo, sul Pian Grande. È stato a ridosso del Corpus Domini che gli agricoltori, capitanati da Gianni Coccia, hanno pensato di fare qualcosa di diverso dalla solita infiorata. Una novità per i tanti che, soprattutto a cavallo tra giugno e luglio, raggiungono la Piana per ammirare l’esplosione di colori offerta dai campi di lenticchie. I fiori, per una volta, hanno così lasciato il posto alla protagonista assoluta di tanta bellezza: la lenticchia. Un lavoro di 4 giorni, che non ha risparmiato i dettagli. Per riprodurre le sfumature di colore, gli agricoltori-artisti hanno decorticato e selezionato i chicchi, separando i gialli dai rossi. Con le lenticchie non lavorate sono state disegnate le montagne, con quelle lavorate l’Italia, la fiorita e il medico con mascherina. Chicchi rossi per i papaveri, gialli per la senape, ritocco di colore per l’azzurro del fiordaliso. Per le sfumature di bianco e crema, spazio a farro e orzo. Sullo sfondo Castelluccio, quello vero. Il quadro verrà esposto, per ora, nei fine settimana. Ultimo aggiornamento: 18:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA