Maturità, batticuore per 7.300. In 4mila all'esame dopo la prima dose

Anche quest'anno maturità a prova di Covid come nel 2020
di Remo Gasperini
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Giugno 2021, 12:00

PERUGIA - Maturi e almeno per la metà pure vaccinati. Non solo: con la mascherina di ordinanza, non quella della ritrovata comunità, e con ben in testa le otto parole guida delle “regole di sicurezza” dettate dal Miur erga omnes: arrivo, mascherina, mani, accompagnatore, distanza, accesso, uscita, responsabilità. Questa la fotografia dei maturandi umbri che considerando i privatisti superano le 7.300 unità con circa 4.000 di loro che hanno già ricevuto la prima dose del vaccino. 

Per chi comincia oggi, primo giorno del calendario della prova unica, la notte prima degli esami già andata in archivio caratterizzata da questo ripasso straordinario last minute del comportamento corretto. E allora ricordiamoli, questi i consigli da tenere a mente: “Arriva quindici minuti prima della convocazione e porta con te l’autodichiarazione; indossa una mascherina di tipo chirurgico e tienila all’interno dei locali, puoi toglierla durante il colloquio mantenendo la distanza di 2 metri dai commissari. All’interno dell’istituto trovi appositi dispenser con prodotti igienizzanti. Utilizzali! Potrai portare un solo accompagnatore che deve indossare la mascherina e rispettare il distanziamento. Non trattenerti nei locali al termine del colloquio. Evita assembramenti e rispetta le regole. Ricorda che le misure di prevenzione e protezione indicate contano sul senso di responsabilità di tutti”. Rispetto allo scorso anno stavolta non ci sarà il pathos del ritrovo dopo mesi di lockdown per i maturandi e i prof che si sono rivisti di persona da Pasqua in avanti; resta invece l’anomalia dell’assenza di prove scritte che per quanto temute hanno costituito per decenni la cifra emotiva e culturale della Maturità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA