Elezioni del presidente della Repubblica, Raffaele Nevi omaggia l' "avversario" Alberto Provantini nel giorno della sua scomparsa: «Grande impegno per Terni»

Elezioni del presidente della Repubblica, Raffaele Nevi omaggia l' "avversario" Alberto Provantini nel giorno della sua scomparsa: «Grande impegno per Terni»
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Gennaio 2022, 22:53

Il primo giorno delle votazioni per eleggere il nuovo presidente della Repubblica è coinciso con l'anniversario della morte di Alberto Provantini, politico e giornalista. Raffaele Nevi ( deputato di Forza Italia) ha voluto ricordare e omaggiare con una foto quello che in politica fu un avversario ma di cui Nevi riconosce l'impegno per Terni e lo definisce "un punto di riferimento" per la politica.

«Il 24 gennaio del 2014 ci lasciava Alberto Provantini. Desidero fortemente ricordarlo oggi, in questa giornata che mi vedrà partecipare alle votazioni del nuovo Presidente della Repubblica Italiana - ha scritto Nevi sulla sua pagina facebook -  Alberto, pur appartenendo ad una forza politica diversa dalla mia, è stato un grande personaggio che si è occupato molto della città di Terni, al di la dell’apparenza politica.
Per me ha rappresentato un punto di riferimento, che mi ha incoraggiato ad andare avanti nel mio impegno politico perché amava ripetere “la politica ha bisogno di dialogo tra parti avverse che hanno obiettivi comuni da raggiungere”».

«Ritengo importante ricordare la sua figura anche perché questo spirito di attenzione, dialogo e riconoscimento reciproco può e deve ispirarci nella scelta del nuovo Presidente della Repubblica. Ho ritrovato questa fotografia, a fianco del sindaco Ciaurro, che testimonia più di tante parole la sua pervicace voglia di andare oltre gli steccati ideologici e costruire istituzioni sempre più forti.
Penso, se fosse stato ancora in vita, che avrebbe desiderato un accordo alto e nobile tra tutte le forze politiche per scegliere un politico, e non ancora un tecnico, che portasse dentro le istituzioni quell’attenzione ai valori della solidarietà a cui era tanto affezionato.
Un abbraccio forte alla famiglia! E W l’Italia»!

© RIPRODUZIONE RISERVATA