Una domenica di concerti all'Isola
Polvese con oltre 100 interpreti

Una domenica di concerti all'Isola Polvese con oltre 100 interpreti
di Michele Bellucci
3 Minuti di Lettura
Sabato 15 Giugno 2019, 11:57

PERUGIA - Celebrare un decennio di musica e passione, con una grande festa che coinvolgerà domani l’intera Isola Polvese. E’ questo in sintesi lo spirito dell’evento che animerà questa domenica il Lago Trasimeno, con decine di esibizioni offerte dagli oltre 100 esecutori tra allievi e insegnanti della Scuola di Musica “Piano Solo” del pianista e compositore Alessandro Deledda. Una realtà votata alla formazione musicale attiva nel capoluogo umbro dal 2009 e da quest’anno sede per il centro Italia di R12, noto hub europeo di musica elettronica che ha già fatto arrivare molti iscritti anche da fuori regione. Suoni, ritmi, canti e melodie immersi nella gioiosa atmosfera dell'Isola, dove l’acqua, la terra e i suggestivi panorami ispireranno i musicisti durante l’intera giornata. Dal jazz, alla musica classica, passando per il pop e tanti altri generi, per deliziare l’udito fino al tramonto: «Non mi piacciono i saggi impostati - ha spiegato Deledda - ma preferisco i veri e propri concerti. Domenica più di 100 ragazzi non saranno più studenti ma artisti ed eccelsi esecutori, che potranno liberamente esprimere il proprio talento in una sorta di presidio dell’Isola che si svolgerà nell’arco dell’intera giornata in due postazioni diverse, lo spazio “Arena” e il palco della suggestiva Rocca». Sono previste inoltre una serie di iniziative culturali, come visite guidate, passeggiate rilassanti e momenti di convivialità enogastronomiche.

Si inizierà alle 11.30 con la presentazione ufficiale del Concerto e delle classi dei Maestri Alessandro Deledda, David Sotgiu, Carlo Decarolis, Andrea Mingione, Sabina Sellitri, Francesco Angeli, Cesare Vincenti, Matteo Fiorini, Niccolò Duranti, Sergio Servadio, Carmen Cicconofri, Biagio Quaglino e Cecilia Rossi. Si proseguirà con le varie esibizioni fino alle 18.00, quando scatterà l'atteso appuntamento alla Rocca con gli allievi del laboratorio di musica jazz e delle classi di canto, che proporranno un coinvolgente tributo alla canzone italiana d’autore; gran finale con la straordinaria esibizione dell’orchestra di chitarre junior e la performance orchestrale che vedrà coinvolte tutte le classi. Durante la giornata saranno attivi servizi di ristoro, con degustazione dei vini della Cantina Faresin Davide. Rientro con i traghetti fino all’ultima traversata prevista per le 23.00. La manifestazione è a ingresso libero.

Questo il programma completo:

Spazio Arena
11.45 Cerimonia inaugurale
12.00 Concerto di Mezzogiorno: “Il Pianoforte e la Lirica” a cura degli allievi dei Maestri Alessandro Deledda, Sabina Sellitri e David Sotgiu
13.15 Pranzo all’Arena
14.30 After lunch
“Il Saxofono e la sua versatilità” a cura degli allievi della classe del M° Francesco Angeli
“Jazz Time” a cura degli studenti del Laboratorio di Musica Jazz diretti dal M° Alessandro Deledda
“La Musica Classica” a cura degli allievi delle classi dei Maestri Sabina Sellitri, Cecilia Rossi, Carmen Cicconofri Biagio Quaglino
Junior Class della “Piano Solo”
“Batteria cuore pulsante” a cura degli allievi del M° Sergio Servadio (special guest: Carlo Decarolis e Alessandro Deledda)
“Voci e Canzoni” a cura degli allievi del M° Andrea Mingione
“Piccoli Pianisti”: a cura degli allievi del M° Sabina Sellitri

Rocca stage
17.30 “Rock alla Rocca”: Warm up con i Laboratori di Musica d’insieme
“Cantanti Under 30” dalle classi dei Maestri David Sotgiu e Andrea Mingione
“Jazz & Dintorni” a cura del Maestro Alessandro Deledda (special guest Carlo Decarolis e Niccolò Duranti)
“L’Ensemble di Chitarre Junior” diretta dal M° Matteo Fiorini
“Tributo alla Canzone d’autore Italiana” con omaggio finale a Lucio Dalla e Fabrizio De Andrè, con la speciale partecipazione di tutti i Maestri e degli allievi Over 30

Gran finale con la consegna degli attestati e l’esibizione all’imbrunire della grande orchestra con il coro diretto da Carmen Cicconofri, «un inno al tramonto da gustare lentamente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA