Caso Dentix, scatta l'operazione salva-soldi

Giovedì 18 Giugno 2020
La sede Dentix a Perugia
PERUGIA - Sul caso Dentix, a tutela dei clienti del territorio (In Umbria sono centinaia i pazienti beffati e che sono in attesa di notizie), interviene  il Codacons che «ha già presentato un esposto alla procura della Repubblica di Milano» ed ha messo a disposizione «un ulteriore servizio agli interessati». È un modello di denuncia da presentare alla magistratura, «primo passo per segnalare la propria posizione e tutelare giuridicamente i propri interessi in caso di chiusura definitiva dei centri, e che consentirà la futura costituzione di parte civile per il risarcimento dei danni materiali e morali subiti». Sempre dal Codacons anche altre informazioni per i cittadini: «Chi ha avviato finanziamenti per avvalersi delle cure odontoiatriche può, in base alla legge, chiedere la risoluzione del contratto di finanziamento per gravi motivi di inadempienza, sospendere il pagamento delle future rate e ottenere il rimborso di quelle già pagate». È stato messo a disposizione supporto al numero 89349966, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle ore 17.
Si muove a livello nazionale anche l’Unione Nazionale Consumatori Umbria. I vertici dell’associazione hanno invitato «i consumatori a contattare l'associazione con una email a info@consumatoriumbria.it al fine di mettere immediatamente in mora la società per tutelarsi dal punto di vista legale, così da poter risolvere anche il contratto di credito con l’eventuale finanziaria». Dall’unione dei consumatori è partita anche al richiesta, inviata al ministero dello Sviluppo economico, di «convocare subito i vertici della società e aprire un tavolo di confronto». © RIPRODUZIONE RISERVATA