CORONAVIRUS

Da Terni a Camini, il tessuto per le mascherine realizzate dalle donne siriane

Martedì 28 Aprile 2020 di Lorenzo Pulcioni

Un ponte di solidarietà da Terni a Camini, piccolo comune in provincia di Reggio Calabria simbolo dell'accoglienza. Lì, a pochi chilometri da Riace, è arrivato il tessuto per le mascherine insieme alle uova di cioccolata fatte arrivare in occasione della Pasqua, da parte del regista ternano Folco Napolini, e dall'azienda ternana Horo-Divania, leader nella produzione artigianale di divani e tendaggi. Il centro nazionale di Protezione civile ha fatto recapitare nelle mani del Sindaco di Camini Pino Alfarano il materiale che sarà lavorato nel laboratorio solidale della Eurocoop Jungi Mundu, dove rifugiati ospiti dello Sprar/Siproimi, in gran parte donne siriane, proseguiranno la produzione a mano iniziata nelle scorse settimane delle mascherine, già distribuite gratuitamente a migranti, cittadini, enti e associazioni sui territori di Camini, Sant'Ilario e Ferruzzano. Sono più di quattromila le mascherine già prodotte e consegnate. Il tessuto giunto da Terni consentirà di proseguire la fornitura per associazioni, presidii medici e per coloro che si trovano in prima linea, a vario titolo, nel fronteggiare la malattia. Camini, borgo simbolo dell'accoglienza, diventa così luogo di incontro di speranze e condivisioni anche nella lotta al Coronavirus. «Esprimiamo tutta la nostra gratitudine a Napolini e Horo-Divania per la vicinanza e il pensiero – ha detto il sindaco di Camini, Pino Alfarano – il tessuto, grazie ai laboratori della Eurocoop, sarà prezioso per continuare a cucire le mascherine protettive, tanto importanti quanto introvabili. Questo ponte ideale tra Camini e Terni si rafforzerà, ne sono certo, sempre più, con scambi culturali e progetti comuni, non appena l’emergenza ce lo consentirà». Nell'agosto 2019, il Premio Mediterraneo, ideato da Napolini e organizzato dall’associazione Taurus in collaborazione con la Cooperativa sociale Hermes 4.0, quale riconoscimento a chi si è distinto per valore e impegno civile, era stato assegnato al sindaco Pino Alfarano e all’intera comunità di Camini per l’impegno portato avanti a favore dei valori dell’accoglienza, dell’umanità e della solidarietà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA