Da Foligno assaltano le Dolomiti in bicicletta: «Ci ha fermato solo un violento temporale». Ecco come è andata

Giovedì 16 Luglio 2020 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - “Ci ha fermato soltanto un improvviso quanto violentissimo temporale che ha fatto annullare la gara rendendone, di fatto, impossibile la prosecuzione. Su 100 partecipanti siamo stati una delle squadre con maggiore presenza con 15 atleti e lo staff di supporto”. A raccontare l’impresa fermata solo da Madre Natura è Domenico Metelli, presidente dell’Ente Giostra della Quintana, in questa occasione nei panni di ciclista che, insieme ad altre 14 persone del Gruppo Ciclistico Luigi Metelli, hanno dato battaglia in occasione della recentissima gara ciclista estrema sulle Alpi la ormai classica “La dolomitics”. Insieme a Metelli c’erano il presidente del gruppo ciclistico, Dionisio Marsili, alcuni membri dello staff e altri 14 ciclisti e cioè: Marco Marsili, Adamo Agostinelli, Giovanni Agostinelli, Riccardo Notari, Giuseppe Ciotti, Massimo Casciola , Massimo Marcucci, Giuseppe Parisi, Luca Montirosi, Giorgio Marzioli, Vincenzo Morosi, Teresa Panella, Luciano Ciancaleoni e Fabio Petruccioli. In sella alle biciclette da corsa la compagine folignate era pronta a dar battaglia lungo un percorso complesso da affrontare per 12 ore, con 150 chilometri da coprire, raggiungendo i 2.057 metri di altitudine toccando i passi Valles, Fedaia, Costalunga e Pampeago. Il tutto con un sali e scendi complessivo di 4mila metri. Il percorso di chiama “Easy Fleim” ed è stati intitolato, spiegano gli organizzatori della manifestazione, “Memorial Alessandro Conti” per ricordare “il nostro caro amico Alessandro che era un grande amante della montagna e dello sport”. Il passo Valles si sviluppa su 19 chilometri ed ha un dislivello di 1.046 metri con pendenza massima del 16%. Situazioni del tutto simili, e quindi molto dure, su gli altri passi che compongono il percorso. Purtroppo in uno dei momenti di punta della manifestazione un violentissimo, quanto dalle temperature quasi polari, temporale alpino ha costretto tutti e 100 i partecipanti, e quindi anche i folignati, a dover interrompere l’impresa sportiva. “La manifestazione – sottolinea Domenico Metelli – è stata quindi interrotta e conseguentemente annullata vista l’impraticabilità dovuto alla violenza del maltempo. Da buoni folignati, a differenza di altri team, siamo partiti preparati. Al nostro seguito due furgoni pronti ad intervenire in caso di necessità. E così è stato. Un po’ dispiace ma poco si poteva fare. Ridaremo battaglia il prossimo anno in vista del nuovo appuntamento con “La dolomitics”. Siamo pronti, e già lo eravamo e anche in questa occasione abbiamo portato davvero in alto, è proprio il caso di dirlo, il nome di Foligno partecipando a questo evento con una delle squadre – conclude – più numerose”. © RIPRODUZIONE RISERVATA