Covid, in Umbria nuovi casi vicini al raddoppio in una settimana. Via alle prenotazioni per la terza dose

Covid, in Umbria nuovi casi vicini al raddoppio in una settimana. Via alle prenotazioni per la terza dose
di Egle Priolo
3 Minuti di Lettura
Lunedì 25 Ottobre 2021, 08:43

PERUGIA - Covid, in Umbria con una media di quasi cinquanta nuovi casi al giorno, in una settimana il totale degli attualmente positivi è vicino al raddoppio, passando dai 571 di domenica scorsa agli 883 di ieri, 46 in più rispetto a sabato. In base ai dati della Regione aggiornati a ieri mattina, sono stati 70 i nuovi casi aggiornati nelle passate ventiquattr'ore, con 24 guariti dal virus certificati. Sono stati analizzati 1.447 tamponi e 8.736 test antigenici, con un tasso di positività sul totale dello 0,68 per cento (0,74 per cento sabato).

Aumentano quindi del 5,5 per cento in una giornata gli attualmente positivi, ma restano stabili – 39 complessivamente, di cui cinque nelle terapie intensive – i ricoverati negli ospedali dell'Umbria. Così, come fortunatamente, non sono stati registrati altri decessi causati dal coronavirus, fermi a quota 1.461 dall'inizio della pandemia. Ma i numeri raccontano anche l'incidenza delle vaccinazioni su questi ultimi dati: secondo le informazioni raccolte dalla Regione, nelle ultime settimane in media il 75 per cento dei decessi e dei degenti critici (al momento, 3 su 5) risulta non vaccinato.

I VACCINI
A proposito di vaccini, raggiungono l'85,01 per cento i vaccinati Covid in Umbria con prima dose, 332 quelle somministrate nell'ultimo giorno. Sono invece l'82,35 per cento i residenti vaccinabili che hanno completato il ciclo di immunizzazione, 1.041 nell'ultimo giorno. Il quadro emerge sempre dai dati sul portale della Regione, da cui si evince come siano state somministrate un milione e 298.467 dosi sul milione e 469.324 finora consegnate all'Umbria. Ne sono quindi disponibili - sempre in base al portale regionale – 170.857.
E da oggi prende il via la somministrazione delle terze dosi per i soggetti delle categorie target previste dalla circolare ministeriale, che abbiano superato i sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale. Si tratta di professionisti sanitari e operatori di interesse sanitario delle strutture sanitarie, sociosanitarie e socioassistenziali, di persone con elevata fragilità di età uguale e superiore a 18 anni e dei cittadini con età uguale o maggiore di 60. La Regione spiega che per queste categorie, al momento risultano abilitati alla prenotazione circa 50mila soggetti. La campagna delle terze dosi era già iniziata nelle scorse settimane con le vaccinazioni degli ultraottantenni e del personale e degli ospiti dei presidi residenziali per anziani. Tutti i soggetti coinvolti dovranno prenotarsi mediante il portale emergenzacoronavirus.regione.umbria.it/ a seguito della quale riceveranno una notifica sms con le indicazioni necessarie. Gli operatori delle aziende sanitarie e ospedaliere, invece, verranno vaccinati prioritariamente nel punto vaccinale ospedaliero dell'ente di appartenenza, ma potranno anche prenotarsi dal portale ed accedere ai punti territoriali. La Regione prevede che, una volta raggiunto uno specifico accordo, la campagna avrà un ulteriore impulso grazie alla pianificazione da parte dei medici di medicina generale delle somministrazioni della vaccinazione antinfluenzale e delle terze dosi, a domicilio e nei loro ambulatori.
Tra i punti vaccinali anche quello del Centro odontostomatologico universitario, in cui verrà somministrato il booster al personale sanitario dell’Azienda ospedaliera di Perugia. Qui sono previste circa 160 inoculazioni al giorno e il personale sanitario potrà prenotarsi, dal lunedì al venerdì, tramite il punto Cup del Laboratorio - Ritiro Referti. In particolare, verrà effettuata la terza dose al personale che ha completato da almeno sei mesi il primo ciclo vaccinale e anche per coloro che hanno ricevuto il vaccino “Moderna”. Al punto vaccinale ospedaliero del Santa Maria della misericordia si parte con la chiamata diretta agli operatori sanitari del pronto soccorso, del 118 e dei reparti di Malattie infettive, Rianimazione, Medicina interna e Vascolare ed Ematologia/Oncologia. A partire dalle 13 di oggi, saranno invece aperte le prenotazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA