Monitoraggio test salivari, nelle scuole sentinella zero positivi

Preparazione di un test salivare a scuola
di Remo Gasperini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Ottobre 2021, 08:37

PERUGIA «C’è un grande senso di responsabilità tra i genitori delle scuole interessate al Piano di monitoraggio con test salivari». E’ il dottor Emilio Paolo Abbritti, coordinatore del monitoraggio, a esprimere soddisfazione per la risposta a questo progetto del Commissario Figliuolo finalizzato a quantificare la circolazione del virus anche nelle persone asintomatiche. Soddisfatto per le adesioni ed anche per i riscontri: «Dal giorno della partenza sono stati fatti 450 test e in provincia di Perugia siamo in dirittura di arrivo per raggiungere i 605 previsti nella prima quindicina. Bene, finora non c’è stato un solo positivo. Un bel segnale».
Zero positivi in questo monitoraggio ma aumento di positivi in generale nella scuola: come si spiega?
«In parte possiamo dire che è una casualità, però va aggiunto che sono due punti di osservazione diversi e che comunque i numeri dei contagi rilevati a scuola sono in linea con quelli complessivi e francamente sono tutto meno che preoccupanti: parliamo di qualche decina di alunni e personale positivi su una platea di ben oltre centomila soggetti. E comunque di cluster veri con contagi in classe ne possiamo contare solo due, quello di Palazzo di Assisi alla Primaria e a Cannara dove però il cluster è in una scuola d’Infanzia in cui non si usano mascherine e mantenere il distanziamento è impossibile. Per il resto ci sono uno massimo due positivi per classe il che vuol dire che il contagio l’hanno sviluppato a casa dai familiari che sono tornati alla socialità anche lavorativa».
Va ricordato che i test salivari sono previsti per tutto l’anno scolastico (età 6-14) con cadenza quindicinale: 605 i test da effettuare nella Provincia di Perugia (368 Scuola Primaria; 237 Scuola Secondaria I grado) e 190 nella Provincia di Terni (115 Scuola Primaria; 75 Scuola Secondaria I grado). Le tre scuole attualmente interessate sono IC Assisi 1 e Assisi 2, IC Acquasparta.
DATI CONTAGI
Questi i dati sui contagi nelle scuole umbre pubblicati nel bollettino settimanale della Regione. Gli alunni positivi sono passati da 39 a 43 di cui 12 all’Infanzia (-4), 19 alla Primaria (+3), 7 alle medie inferiori (+4) e 4 alle superiori (=). Un positivo anche nello scuola bus. Stabile il numero dei contagiati tra il personale, sono sempre 8, ma con una diversa distribuzione: l’infanzia è passata da 8 a 1 mentre sono diventati 4 i positivi alle Primarie, 1 alle medie e 2 alle superiori. Raddoppiati i cluster (due o più casi nella stessa classe) che dai 6 di venerdì scorso sono passati ai 12 di martedì. La Primaria con 5 è davanti all’Infanzia stabile a 3 mentre cluster si sono ripresentati alle medie (3) e alle superiori (1).
Un aumento del 30% si registra tra i contatti stretti di classe in isolamento con il passaggio da 545 a 710 ragazzi che martedì non sono potuti andare a scuola. Mentre il numero è calato all’Infanzia (221 contro 243), è più che raddoppiato alle medie inferiori dove da 81 si è passati a 172, il tutto spiegato con i sette alunni e uno del personale positivi che hanno creato 3 cluster. Una positività in uno scuolabus ha mandato in isolamento 52 bambini. Le classi in isolamento sono aumentate da 25 a 33.
Dilatati anche i numeri degli alunni “in attenzione”. In totale sono 672 i sottoposti in sorveglianza sanitaria e tampone antigenico senza quarantena con un salto in alto di 89 unità. Anche in questo caso è la Primaria a essere la più osservata con 347 bambini. Tra il personale da 101 si è passati a 150 attenzionati. Le classi in isolamento sono complessivamente 33 di cui ben 14 nel comprensorio di Assisi mentre 6 sono in area Trasimeno, 5 nel Ternano e 2 a testa in Media Valle, Foligno e Orvieto. Chiude con una classe l’Alto Chiascio. Senza classi in quarantena i territori di Perugia e Alto Tevere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA