Barbecue, bevute e fughe d’amore: raffica di multe anti Covid

A Perugia nella zona rossa dei Giardini Carducci
di Michele MIlletti
3 Minuti di Lettura
Domenica 28 Febbraio 2021, 12:15

PERUGIA - Quanto costa una fuga d’amore ai tempi del coronavirus? Almeno mille euro. Specie se si è così innamorati da essere considerati “recidivi” per essere stati sorpresi nel corso dei controlli in un’altra provincia e in piena zona rossa.È quanto accaduto a un eugubino, bloccato a Fabriano nella notte tra venerdì e sabato e super multato. Gli agenti hanno rintracciato il ragazzo nei pressi del centro. Il 19enne, già altre volte era stato sanzionato per il mancato rispetto della normativa anti covid, in per il divieto di spostamenti fra regioni. Considerata la recidiva, questa volta il verbale è stato di 1.066,66 euro. Insomma, l’amore che va contro ogni logica. Anche e soprattutto quella legata alle fredde e sempre più difficili da sopportare misure per contenere il coronavirus che ormai da un anno stanno rendendo particolarmente difficile la quotidianità delle persone, soprattutto chi ha l’amore non nel proprio comune di residenza e dunque deve viverlo a distanza. E in zona rossa vedersi diventa impossibile se non, come in questo caso, fregandosene dei divieti. Ma il rischio che queste trasgressioni si paghino molto caro purtroppo c’è. Come molto caro avrà sicuramente pagato la voglia di sesso a pagamento sempre nella notte tra venerdì e sabato l’automobilista soccorso dai vigili del fuoco e dalle forze dell’ordine alla rotonda di via Settevalli a seguito di un incidente. Secondo quanto si apprende, l’uomo non si sarebbe trovato in giro alle 3.30 del mattino per comprovati motivi di lavoro, necessità e salute ma alla ricerca di emozioni forti. Chi invece non ha subito multe, perché in strada dopo lo scattare del coprifuoco, è stato un altro automobilista soccorso sempre dai vigili del fuoco nella zona di Marsciano. L’uomo stava tornando dal lavoro quando, intorno alle 22, è finito fuori strada con la sua vettura. Tornando a Perugia, nella giornata di ieri il bel tempo ha inevitabilmente portato molte persone a passare qualche ora nei parchi o a fare camminate nei pressi di casa. Notato, come sabato scorso, il nastro posto a delimitare l’ingresso ai giardini Carducci in centro di nuovo tagliato ma non si sarebbero rilevati i temuti assembramenti come nello scorso fine settimana. In centro l’ordinanza per le zone off limits verrà prorogata domani e riguarderà sempre i giardini Carducci e le scale del Duomo. Ieri impegnati in vigilanza 50 volontari della protezione civile. L’appello, fanno sapere da Palazzo dei Priori, a non assembrarsi nei parchi sembra aver funzionato dal momento che si sarebbero rilevati comportamenti non vietati. Gli agenti della polizia municipale, diretti da Nicoletta Caponi, hanno elevato due multe a persone che cuocevano carne alla griglia al parco di Lacugnano dicendo che festeggiavano un compleanno e altre 4 ad un bar di ponte Felcino che consumavano al tavolo. Controlli nei parchi e e stradali in centro e zona San Sisto risultati regolari. A Spello sanzioni e una denuncia per 5 persone trovate in un bar

© RIPRODUZIONE RISERVATA