CORONAVIRUS

Coronavirus, tutti pazzi per la farina
«Facciamo pane e dolci, passatempo genuino per la quarantena»

Mercoledì 18 Marzo 2020 di Egle Priolo
PERUGIA - All'inizio del dilagare dell'epidemia di coronavirus, nei supermercati non è stato possibile trovare scorte sufficienti di disinfettanti e gel igienizzanti. Adesso, invece, basta un giro tra le corsie per notare come gli scaffali svuotati siano quelli della farina. Di qualsiasi tipo. Oggetto del desiderio di tutti, tanto che Coldiretti stima – nell'ambito dell’indagine “La spesa degli italiani al tempo del coronavirus” - come sia il prodotto in assoluto più acquistato. Con un balzo delle vendite addirittura dell'80 per cento. I motivi sono chiari. Il primo, emotivo, è che in caso di difficoltà nel reperire scorte alimentari (paura immotivata, ma sempre presente), con la farina è possibile preparare di tutto, dalle pizze ai dolci fino al pane. Il secondo è che la preparazione di alimenti a base di farina è anche un utile e dilettevole passatempo: si cucinano cibi genuini e si riempie parte della giornata da passare in casa. E si riscoprono ricette tradizionali o se ne ricercano di nuove. Come quelle proposte al Messaggero da Maria Annunziata Carbè, cotitolare della Pasticceria 2000 di Ellera di Corciano e Porta Pesa a Perugia, pasticcera pluripremiata e star dei cooking show.
Carbé, anche i vostri negozi sono chiusi?
«Sì, per salvaguardare la salute dei clienti e dei nostri dipendenti, anche noi abbiamo deciso di chiudere».
Se riuscissimo a trovare la tanto ricercata farina, cosa potremmo cucinare di sfizioso?
«Vi propongo degli speciali muffin con mele e uvetta. Servono 2 mele tagliate a cubetti e 100 grammi di uvetta. Poi 180 grammi di burro e 200 di zucchero, 2 uova, 370 grammi di farina 00, 18 grammi di lievito per dolci, un pizzico di sale, una grattugiata di scorza d'arancia e 250 grammi di latte. Una volta presi tutti gli ingredienti, sbattete le uova con lo zucchero, il burro intiepidito al microonde e mettere tutto in una ciotola insieme al latte. Setacciate la farina, aggiungete il lievito per dolci, il sale e con le fruste elettriche a bassa velocità unite i liquidi con i solidi. Aggiungete le mele a cubetti e l'uvetta e mettete tutto negli stampini. Cuocete in forno ventilato per 20 minuti a 185 gradi. Alla fine, spolverate con zucchero a velo mescolato a un po' di cannella».
E per preparare del pane particolare?
«Ecco la ricetta di un ottimo pane alle olive. Sono necessari 250 grammi di olive tagliate a metà,
300 di farina Manitoba e 200 di farina 00. Poi un cucchiaio di lievito secco o 10 gr di lievito fresco,
400 grammi di acqua, 10 di zucchero e 15 di sale. Riunite le due farine, il sale, lo zucchero e il lievito. Inserite un po' per volta l'acqua, ottenete un impasto morbido. Quando avrete messo tutta l'acqua, aggiungete le olive. Mettete in una ciotola, coprite con la pellicola e lasciate triplicare l'impasto. Poi, spolverate le mani con abbondante farina e fate dei filoncini da circa 400 grammi, dandogli una forma semiovale. Mettete nel forno spento, che avevato fatto intiepidire in precedenza, finché i filoni non saranno ben gonfi, preriscaldate forno a 250 gradi, poi portate il forno a 220 e cuocete per 20/22 minuti».
Alla fine della quarantena peseremo tutti di più...
«Sì, la voglia di cucinare e poi di mangiare è tanta per tutti. L'importante, però, adesso è di restare a casa. E andrà tutto bene». © RIPRODUZIONE RISERVATA