Coronavirus, Nicole si laurea con un clic

Nicole Bianchini collegata per la laurea presa on line
di Luca Benedetti
2 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Marzo 2020, 07:45

PERUGIA - Una laurea senza andare in aula. Succede anche questo al tempo del coronavirus. Succede che la laurea arriva con un clic, nel collegamento on line con il Politecnico di Milano e la neo dottoressa, si trovi nel suo salotto della casa di San Marco, Perugia.
«In ciabatte, ma vestita bene», ci scherza su qualche ora dopo Nicole Bianchini, 23 anni, da ieri mattina alle nove una laurea triennale in tasca in ingegneria gestionale. Proprio in tasca no. Meglio in una chat perché lei il pezzo di carta non può ancora appenderlo al muro. Nicole è uno dei primi studenti laureati con le università chiuse.
«Ieri (giovedì, ndr) nella mia aula virtuale eravamo in 130», racconta. In casa, con lei, invece, c’erano mamma Maria Grazia, papà Nico e la sorella Martina. Che hanno stappato lo spumante, le hanno regalato un mazzo di fiori e poi l’hanno portata a pranzo fuori. 
«Ero in casa- racconta Nicole- davanti al mio computer portatile, ho avuto accesso con il link mi ha catapultato nell’aula virtuale. C’è stato un momento di panico per i microfoni che davano problemi. Ma con la chat abbiamo risolto. La commissione ha verificato che tutti fossimo collegati». E a quel punto la triennale era fatta. Ma la discussione? «No, no, il mio lavoro l’ho consegnato un anno fa, è stato studiato e corretto Una tesi in business game. Con la piattaforma on line si cercano i clienti, si gestiscono e si opera sul mercato. Nel lavoro ho raccontano come ho agito per quelle gestioni. Ora andrò avanti. Fino alla magistrale, altri due anni. Mi laurerò in management engineering. Contenta? Certo. Però...». Però quando l’ultima settimana di febbraio Nicole ha saputo che il viaggio a Milano di amici e parenti per discussione e festa era rinviato per virus ci è rimasta male. «Per fortuna-racconta- che il Politecnico organizzerà il Graduation day con la consegna dei diplomi». La corona la metterà in quella occasione. E anche il vestito più bello. «Voglio godermela. Tornare a Milano? Intanto- sorride-da lunedì inizierò le nuove lezioni, virtuali. Il sogno nel cassetto? Trovare un lavoro che mi realizzi con quello per cui ho studiato e sto studiando tanto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA