CORONAVIRUS

Coronavirus: furto di Amuchina nei bagni della Procura di Perugia, aperta un'inchiesta

Domenica 8 Marzo 2020
PERUGIA - Dire Amuchina in questi tempi equivale a dire oro, al punto che qualcuno è pronto anche ad azioni particolarmente pericolose pur di portarsela a casa.

Quanto accaduto in Procura ha davvero dell’incredibile: il personale si è accorto infatti che dai bagni al quinto piano degli uffici di via Fiorenzo Di Lorenzo era stato portato via il disinfettante per detergere le mani, così importante in queste settimane di coronavirus da vedere il proprio prezzo aumentare ai limiti della legalità.

Il furto è avvenuto, secondo quanto si apprende, nella giornata di venerdì e in Procura è stato immediatamente aperto un fascicolo contro ignoti.

Sono partiti gli accertamenti, anche attraverso la visione delle telecamere di sicurezza interne agli uffici. Insomma, sono in corso tutti gli accertamenti del caso di fronte alla commissione di un reato.

Non solo perché si tratta comunque di un reato, ma anche perché in questo momento intorno ai prodotti per la pulizia personale e alle mascherine c’è grande attenzione. I furti di questi prodotti sono infatti purtroppo all’ordine del giorno, così come continui sono gli accertamenti da parte della guardia di finanza per evitare che i prezzi dell’ Amuchina e di altri prodotti simili non vadano oltre le soglie consentite. © RIPRODUZIONE RISERVATA