CORONAVIRUS

Confcommercio lancia lo Sbaracco. L'assessore Fatale: «Ci prepariamo
al saldo dei saldi il 26 e 27 settembre»

Mercoledì 16 Settembre 2020 di Aurora Provantini

TERNI Arriva la festa dello shopping, il saldo dei saldi. L’occasione di fare l’affare della vita passeggiando per le vie del centro con uno sguardo lanciato sui capi invenduti della stagione precedente, per portarselo a casa a prezzi stracciati in un clima diverso. Lungo le vie del centro, all’aperto.  E’ lo “Sbaracco”, lo shopping diffuso già sperimentato con successo in altre città, che offre ai commercianti la possibilità di esporre gratuitamente, all’esterno del proprio locale, le rimanenze della collezione primavera estate. Una proposta di Confcommercio per animare l’ultimo fine settimana di settembre, dando ossigeno alle attività commerciali  in vista della difficile fase autunnale.  l’iniziativa è già all’esame della Giunta Comunale e l’assessore Stefano Fatale annuncia che «si sta predisponendo la delibera per autorizzare l’evento sabato 26 e domenica 27». Sarebbe la prima volta per Terni: si sperimenterebbe la seduzione della vendita “on the street”.
«Se la situazione sanitaria e la relativa normativa lo dovessero consentire – scrive Confcommercio Terni in una nota - si darebbe l’opportunità, in particolare al settore dell’abbigliamento e delle calzature, di vendere a prezzi scontati la merce ancora disponibile consentendo acquisti a condizioni davvero concorrenziali.  Affinché l’iniziativa sia efficace, è necessario che il Comune, congiuntamente alle associazioni di categoria, disciplini e coordini le condizioni per la partecipazione dei commercianti interessati».
Sul piano dell’animazione commerciale, Confcommercio ribadisce «l’esigenza di realizzare una calendarizzazione degli appuntamenti cittadini da riproporre annualmente». Lo “Sbaracco” ogni fine estate, ad esempio.  «In base a questa programmazione, gli operatori potrebbero definire adeguate strategie di vendita, piuttosto che rincorrere eventi estemporanei. Occorre una più ampia e diffusa presa di coscienza da parte dell’amministrazione e degli stessi imprenditori, affinché la rigenerazione urbana sia vista come volano per il cambiamento verde e digitale della nostra città».
«Dobbiamo progettare diversi modelli di organizzazione - sostiene Confcommercio -  a misura di una moderna e dinamica comunità, riaffermando il valore economico e sociale dei servizi di prossimità».
L’assessore al commercio Stefano Fatale sta lavorando affinché lo “Sbaracco” si possa organizzare. «La città sta vivendo una fase delicata e le cicatrici lasciate dal Coronavirus saranno profonde e indelebili – afferma Fatale -  l’amministrazione comunale ha messo in campo tutte le misure possibili per agevolare la ripartenza della città e del commercio, dalla gratuità dei parcheggi fino al 31 agosto, a quella del suolo pubblico. Adesso inizia la fase di rilancio e al tavolo tecnico verrà aperto un confronto continuo e costante con le associazioni di categoria per rendere la città sempre più accogliente e attrattiva. Va ricordato comunque che stiamo ancora in una situazione di emergenza sanitaria con cui questa amministrazione sta facendo i conti, mantenendo alta l’attenzione soprattutto sulla salute dei cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA