Con la carabina spara ai piccioni: «Mi infastidiscono». Denunciato dalla polizia 78enne a Città di Castello

Con la carabina spara ai piccioni: «Mi infastidiscono». Denunciato dalla polizia 78enne a Città di Castello
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Giugno 2021, 15:27

CITTà DI CASTELLO - Nel pomeriggio domenica scorsa, una signora che si trovava in Piazza Matteotti a Città di Castello, in provincia di Perugia, ha attirato l’attenzione di una pattuglia della Polizia di Stato in servizio di controllo del territorio. La signora, visibilmente spaventata, ha riferito agli agenti in maniera concitata che, qualche minuto prima, mentre con la sua bicicletta percorreva una via limitrofa alla piazza, aveva udito uno sparo d’arma da fuoco e nel medesimo momento vedeva cadere davanti a lei un piccione morto. Gli agenti hanno attivato subito le ricerche, individuando immediatamente un appartamento da dove presumibilmente era stato sparato il colpo. Nella circostanza hanno rintracciato l’inquilino, un uomo di 78 anni, che ha affermato – riferisce una nota della Questura - di aver sparato al volatile dalla finestra del suo appartamento con una carabina calibro 9 in quanto si riteneva infastidito dalla loro presenza. L’anziano ha consegnato spontaneamente l’arma agli agenti che hanno rivenuto nella stanza anche il bossolo della cartuccia esplosa poco prima. Successivamente, in seguito ai controlli di rito, i poliziotti hanno anche accertato che l’uomo deteneva illecitamente sei cartucce a palla. Il pensionato è stato quindi denunciato a piede libero per i reati di uccisione di animali, lancio pericoloso di cose, esplosioni pericolose, omessa denuncia di munizionamento. I poliziotti hanno anche proceduto al sequestro della carabina utilizzata per esplodere il colpo, del bossolo, delle sei cartucce a palla non denunciate ed al ritiro cautelare di tutte le armi e munizioni di cui era in possesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA