Il Comune di Perugia blocca cinque concorsi

Il Comune di Perugia blocca cinque concorsi
di Luca Benedetti
2 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Novembre 2020, 19:30

PERUGIA - Ci mette lo zampino il Coronavirus e il Comune è costretto a rivedere il piano assunzioni per il triennio 2020-2022, quello da 106 addetti. Lo racconta la delibera 287 presa dalla giunta Romizi mercoledì 4 novembre e che porta a «posticipare tutte le decorrenze previste... prevedere la procedura di mobilità volontaria come azione propedeutica di reclutamento per tutti i concorsi ancora da bandire e anticipare al 2020 l’assunzione di due ulteriori istruttori amministrativi contabili in luogo di due istruttori».
Ecco il succo di un atto pesante. Che attinge a tutto quello che è mobilità volontaria per fare fronte a una situazione complessa sul fronte del personale. Questo significa che alcuni concorsi finiscono in frigorifero. Nella delibera è spiegato come «anche in considerazione dell’evoluzione dell’emergenza epidemiologica, che gli stessi (cioè i concorsi, ndr) non potranno essere espletati in tempi brevi e comunque entro termini conciliabili con il fabbisogno immediato di personale rappresentato dagli uffici».
Ecco perché palazzo dei Priori (l’assessore al Personale è il leghista Luca Merli) ha deciso di attivare «le procedure di mobilità volontaria propedeutiche all’indizione dei concorsi, che permettono di ricoprire posti vacanti in organico mediante passaggio diretto di dipendenti appartenenti a una qualifica corrispondente e in servizio presso altre amministrazioni, a seguito di domanda volontaria di trasferimento, previo assenso dell’amministrazione di appartenenza». Così il Comune andrà a ricercare con la mobilità volontaria le professionalità uguali a quelle per cui i concorsi non saranno banditi. Ecco i concorsi che restano sulla carta: istruttore tecnico, istruttore culturale, istruttore direttivo tecnico (ingegnere trasportista, ingegnere elettrico, ingegnere meccanico, ingegnere civile e architetto), istruttore direttivo amministrativo e istruttore direttivo socio educativo assistenziale (educatore professionale).
Sono, invece, attualmente in pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e nel sito dell’ente una serie di concorsi che verranno svolti in caso di necessità, anche ricorrendo alla tecnologia per le proie a distanza. Si tratta di due posti di istruttore direttivo dell’Informazione, di un posto di dirigente di area tecnica e l’avviso di selezione pubblica per la formazione di due graduatorie per l’assunzione a tempo determinato di personale con profilo di Istruttore socio educativo assistenziale per le esigenze di nidi e scuole dell’infanzia. Scorreranno anche le graduatorie del recente concorso per istruttore amministrativo per due posti in più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA