Col coltello rapina commerciante, paura all'alba in piazza IV Novembre

Giovedì 30 Luglio 2020 di Cristiana Mapelli
Torna la paura nel centro storico. Una scia di furti e rapine nell’acropoli, ai danni di un’attività commerciale e di un imprenditore. Eventi come questi in grado di risollevare la scura ombra della paura tra coloro che vivono e lavorano nella parte alta e vecchia della città.
La prima segnalazione arriva dalla centralissima piazza IV Novembre dove ieri mattina un commerciante dell’acropoli si è scontrato con un rapinatore armato di coltello.
E’ accaduto intorno alle 5 di mercoledì mattina quando la vittima, un sessantenne titolare di uno dei negozi all’ombra della Fontana Maggiore, stava parcheggiando la sua auto è stato avvicinato da un individuo che aveva il volto scoperto e armato di una lama.
Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il malvivente ha minacciato il commerciante con l’arma, intimandogli di consegnargli il denaro e tutto quello che aveva con sé. Un bottino misero, in realtà, per un totale di circa 15 euro.
Dopo aver consegnato la manciata di pochi soldi, il malintenzionato si è allontanato di fretta cercando riparo tra i tanti vicoli bui e deserti dell’acropoli. I carabinieri, intervenuto sul luogo a seguito della chiamata del commerciante, hanno avviato le indagini sull’accaduto e il brutto incontro all’alba.
Fortunatamente il commerciante non ha riportato ferite o lesioni di alcun tipo. Non lontano dal luogo della rapina, gli uomini dell’arma hanno rintracciato e fermato il presunto responsabile della rapina in piazza IV Novembre: un marocchino, classe ‘85 che, al momento, è in stato di fermo nella casa circondariale a Capanne ed è risultato essere già stato espulso dal territorio nazionale a febbraio 2020 dalla questura.

FURTO IN VIA DAL POZZO
Furto anche in via Enrico Dal Pozzo, al Kandinsky pub dove nella notte tra martedì e mercoledì, degli individui, forse due, sono stati sorpresi all’interno del locale. A lanciare l’allarme un amico del titolare dello storico locale del centro storico che si era accorto della presenza dei due ladri all’interno del pub. Secondo quanto raccontato dal commerciante, i ladri si sarebbero poi dati alla fuga nascondendosi all’interno di in un palazzo poco distanza dal locale. Il bottino del furto è stato qualche liquore, bottiglia di amaro, il fondo cassa e un fondo di beneficenza nei confronti di una persona bisognosa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno compiuto i rilievi del caso e avviato le indagini. © RIPRODUZIONE RISERVATA