Castel Viscardo, al parco del Pianaro si scambiano i libri

Domenica 29 Novembre 2020 di Monica Riccio

Il piccolo paese di Castel Viscardo, comune dell'Orvietano, sta diventando sempre di più un centro dinamico di attività culturali e, sulla spinta emotiva dei 1.724 voti ottenuti nella corsa alla candidatura nel censimento de "I Luoghi del Cuore" promosso dal Fai - Fondo Ambiente Italiano, in essere ancora fino a martedì 15 dicembre, ecco che arriva un nuovo tassello. 

“È stata ultimata con un mobiletto per il “book-sharing” la panchina dedicata al grande scrittore Andrea Camilleri. Era stata scelta, in luglio, per la sua posizione estremamente panoramica e meditativa ed è stata ora dotata di una piccola credenza accessibile a tutti, dove deporre libri che si vogliono offrire per un invito collettivo, comunitario alla lettura - spiega l’assessore Chiara Tiracorrendo. "Un piccolo box – aggiunge - che diventa luogo di scambio di esperienze per stimolare la lettura dei libri e rivolto ai cittadini di tutte le età che vi possono accedere in modo diretto, veloce ed in ogni momento, seguendo semplici regole per il dovuto rispetto che i libri meritano, oltre a quelle per il contenimento del Covid-19”.

Con il metodo “prendi-porta-riporta” tutti hanno la possibilità di condividere un libro, condividere un’esperienza, condividere cultura. Comprensibile la soddisfazione del Comune nell’annunciare questo nuovo piccolo, grande tassello che va ad aggiungersi agli altri che nel corso del tempo l’amministrazione guidata da Daniele Longaroni ha incasellato confezionando cosi un curriculum di tutto rispetto per il numero e la qualità delle attività culturali. Da ricordare, infatti, la sottoscrizione, a febbraio scorso, del Patto per Lettura tra il Comune di Castel Viscardo, l’Istituto Comprensivo "Muzio Cappelletti" e la Cooperativa Sociale "Il Quadrifoglio". Poi il riconoscimento del titolo "Città che Legge" per cui il Centro per il Libro e la Lettura ha inserito Castel Viscardo nell’elenco per il 2020-2021.

“Ora, con l’installazione del box per i libri in prestito – aggiunge Tiracorrendo – portiamo a realizzazione un progetto a cui tenevamo in particolar modo. A luglio avevamo installato la panchina letteraria realizzata dall'artista locale Valter Cecchitelli, lasciando poi un nodo al fazzoletto che, come promesso, abbiamo sciolto portando a compimento ciò che era nelle intenzioni dell’amministrazione comunale”.

Ultimo aggiornamento: 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA