Grifo, la salvezza sbatte sulla traversa: con la Spal 0-0 e nuovo rigore sbagliato.Sgarbi: «Ci crediamo, siamo in crescita»

Filippo Sgarbi (FOTO SETTONCE)
2 Minuti di Lettura
Giovedì 8 Dicembre 2022, 18:19

PERUGIA - Un altro punto. Che messa così non sarebbe neanche male, perché si tratta del quarto risultato utile consecutivo: tanta roba per una squadra che fino a un mese fa era abbonata alle sconfitte. Ma, letta dall'urgenza di un campionato arrivato praticamente al giro di boa, è un ulteriore rallentamento nella corsa alla salvezza: il Perugia sbatte sulla traversa, sbagliando il terzo rigore su quattro concessi, resta sempre più ultimo e non riesce a fare il salto di qualità verso la zona playout-salvezza diretta.

I biancorossi di Castori, nonostante la generosità e la tanta corsa, non riescono a infilare la rete della Spal allenata dall'ex romanista Daniele De Rossi anche perché, oltre a qualche buona occasione non sfruttata, si mangiano (stavolta con Melchiorri) l'occasionissima di un calcio di rigore: chissà come sarebbe potuta essere la classifica biancorossa se Melchiorri con la Spal, Di Carmine a Ternni e Olivieri con il Bari avessero buttato dentro quei palloni da undici metri, in tutti e tre i casi con il risultato sullo 0-0.

A fine gara però, nonostante la delusione, nessuno vuole parlare di resa. Sgarbi lo dice per tutti: «Abbiamo messo a posto la difesa, ora sistemeremo anche l'attacco. Non è facile essere in fiducia, rischiare qualche giocata. In questo momento ci pensi se fsre qualche giocata in più. Stiamo cercando di riacquistare fiducia. Si stanno vedendo nei miglioramenti, ne abbiamo perse tante all'inizio. Ci crediamo e continuiamo a lavorare. Siamo in un percorso di crescita ma non può essere da una partita all'altra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA