Dalla Calabria a Terni per partorire
La solidarietà che unisce l'Italia

Martedì 5 Maggio 2020
Un mezzo della Misericordia
Dalla Calabria a Terni per partorire con il marito accanto. E' la storia a lieto fine che si è resa possibile grazie alla solidarietà della Misericordia ternana, che ha messo a disposizione un mezzo per il viaggio. Quello che a marzo il Covid-19 aveva separato, i volontari della Misericordia ternana hanno riunito, non appena è stato possibile lo spostamento tra regioni. La donna era rimasta bloccata in Calabria, dove si era recato i primi di marzo per far visita ai parenti. L'inizio del lockdown, però, ha impedito il rientro a Terni, come era invece da programma. A questo punto il marito ha chiesto al presidente della Misericordia ternana, il primario di Otorinolaringoiatria Santino Rizzo, un aiuto​, in vista del parto previsto per i primi di giugno. Si è attivata così una staffetta di solidarietà. Un ponte tra Calabria e Umbria. Prima di partire la donna si è sottoposta a tampone. Una volta preso il risultato, negativo, è stato organizzato il viaggio che ha riportato la donna a Terni. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani