Bimbo di 10 anni cade in piscina
e rischia di morire soffocato

Sabato 20 Luglio 2019
PERUGIA - Tempo d’estate, i bambini vengono indirizzati da genitori nei campus estivi per trascorrere qualche ora in compagnia con i coetanei e svolgere attività fisiche.

Nel giro di pochi giorni, seppure in zone diverse (Perugia e Todi), due bambini della stessa età hanno corso il rischio di morire soffocati. Il primo caso è successo a Perugia nella zona degli impianti sportivi di Pian di Massiano, quando un ragazzo masticando chewing gum è stato salvato da un medico che si trovava sul posto e successivamente dai sanitarid del 118.

Nella giornata di giovedì il secondo caso. Un bambino di 10 anni è caduto in una piscina di Fratta Todina, ingerendo acqua. Soccorso dal personale dell’impianto e dagli istruttori del campus, è stato trasferito dal 118 all’ospedale di Perugia dove i medici hanno effettuato gli accertamenti strumentali per la verifica di eventuali danni all’apparato respiratorio provocati dalla ingestione di acqua. Gli accertamenti hanno dato esito negativo ma il bambino è stato trattenuto in osservazione in ospedale ma è stato dimesso sabato mattina. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma