Avigliano Umbro , "Trionfo del Carnevale", novità e programma

Sabato 25 Gennaio 2020
Il Laboratorio del Paesaggio e le Maschere Umbre della Commedia dell’Arte Rosalinda, Nasotorto, Nasoacciaccato e Chicchirichella sono le maschere umbre della commedia dell’arte, nate e create ad Avigliano Umbro. Saranno loro le protagoniste dell’edizione 2020 del “Trionfo del Carnevale-seicento vicis, il secolo del Risveglio” che si svolgerà ad Avigliano dal’8 al 25 febbraio.

L’evento è organizzato dal Laboratorio del Paesaggio con il patrocinio del Comune e in collaborazione con la pro loco, l’ente Rinascimento di Acquasparta, i commercianti e le associazioni del territorio. L’edizione annuale è stata presentata stamattina in Provincia in una conferenza stampa dall’assessore Daniele Gentili, dal consigliere comunale Angelo Melari, dal maestro Marco Venturi per SoniOriginis, da Luciano Manni per l’ente Rinascimento di Acquasparta, da Alberto Angeli della pro loco, da Andrea Piacenti per i rioni di Avigliano Umbro e da Paola Venturi, presidente, e Paola Contili direttore artistico dell'associazione culturale Il Laboratorio del Paesaggio.

Il Trionfo del Carnevale si arricchisce di nuovi appuntamenti. Apre infatti la manifestazione la Masterclass di Commedia dell’Arte tenuta l’8 e il 9 febbraio al Teatro comunale dal Maestro Carlo Boso, autore, attore, regista, drammaturgo, docente della Commedia dell’Arte, fondatore dell’Académie Internationale Des Arts du Spectacle che ha sede a Versailles (FR). Il Maestro concluderà la Masterclass con una conferenza sulle Maschere Umbre della Commedia dell’Arte in collaborazione con la UILT Unione Italiana Libero Teatro.

Una tappa importantissima per le 4 maschere Umbre Rosalinda, Nasotorto, Nasoacciaccato e Chicchirichella che hanno visto la luce nel 2015 riscoperte da Oliviero Piacenti e Paola Contili da un’antica filastrocca tramandata oralmente. Stagisti da ogni parte d’Italia verranno per partecipare a questa Masterclass che per il nostro piccolo centro è un evento straordinario. Le 4 Maschere Umbre della Commedia dell’Arte, animate dalla creatività di Oliviero Piacenti e Paola Contili, hanno relazioni con tanti comuni limitrofi, trovano elementi di comunione nella genealogia, nel dialetto e nei modi di dire, nella gastronomia e nelle produzioni locali, così da rappresentare un vasta parte della Regione Umbria quali testimonial in Italia e nel mondo.

A seguire i festeggiamenti con il Corteo storico e la rievocazione in piazza del Gran Ballo Barocco, lo spettacolo delle Maschere della Commedia dell’Arte e poi musici e cantori, tamburini e sbandieratori per allietare il pubblico. Una manifestazione in grado di coniugare il presente e la storia, le Maschere Umbre e la riscoperta del Carnevale legato alla Commedia dell’Arte e al Seicento Aviglianese, che per mezzo della famiglia Vici ebbe la sua epoca di risveglio culturale economico ed artistico.

Quest’anno per sottolineare con maggior forza la valenza del tessuto artistico del periodo secentesco, prendono il via in seno alla manifestazione de Il Trionfo del Carnevale due filoni prettamente inerenti al seicento, due Festival ideati e diretti da Paola Contili, per dare nuova linfa vitale, facendo affluire nuove energie alla manifestazione, attraendo sempre nuovi artisti e nuove situazioni, allargando le possibilità di scambio artistico, sociale e culturale. Il Festival SoniORIGINIS canti e suoni delle nostre origini, del nostro risveglio culturale, è il concerto barocco in costume, a lume di candela, nella chiesa Parrocchiale che fu fatta costruire da Settimio Vici affrescata dal pittore Bartolomeo Barbiani, concerto in onore e alla presenza della famiglia Vici, insieme ai rappresentanti dei Rioni con i loro gonfaloni. Responsabile dell’evento è il Maestro Marco Venturi. Canta Francesca Romana Garroni. Il concerto si terrà il 22 Febbraio.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma