COVID

A passeggio sul muro della Fortezza Albornoz. Quattro ragazzi multati dai Carabinieri

Lunedì 25 Gennaio 2021 di Monica Riccio
A passeggio sul muro della Fortezza Albornoz. Quattro ragazzi multati dai Carabinieri

Che ci fa una sagoma scura lungo il muro della Fortezza Albornoz all'imbrunire e durante una domenica di forte maltempo? E' quanto deve aver pensato un cittadino residente a Orvieto Scalo alzando gli occhi in sù in direzione della Fortezza quando, domenica 24 gennaio, con la città pressoché deserta e sotto il nubifragio, intorno alle 17, ha visto una persona vestita di scuro affacciarsi dal muro e poi addirittura salirci sopra a camminare. 

Memore evidentemente di quante e quali tragedie hanno visto nel tempo protagonista la Fortezza, in particolare il muro di cinta e lo strapiombo sulla strada sottostante, l'uomo ha pensato bene di avvisare i carabinieri descrivendo loro ciò che stava osservando da centinaia di metri di distanza in linea d'aria. 

«Alla persona vestita di scuro - ha riferito l'uomo ai Carabinieri - si sarebbe avvicinato un altro individuo che avrebbe convinto la persona ad allontanarsi dal muro, ma dopo poco questa sarebbe tornata e avrebbe cominciato a camminarci addirittura sopra mentre l'altro apparentemente era sparito.»

L’operatore in servizio alla Centrale dei Carabinieri, temendo anche lui il peggio, non ha perso tempo e ha inviato sul posto una pattuglia, richiedendo l'intervento di una squadra dei Vigili del Fuoco e di una ambulanza del 118. Giunti sul posto, i Carabinieri hanno subito ispezionato la strada sottostante le mura della rupe in corrispondenza della Fortezza Albornoz dove fortunamente non c'erano corpi. 

All'interno della Fortezza, invece, i militari dell'Arma hanno trovato quattro ragazzi, di cui uno vestito di scuro che, interrogato sui fatti descritti dall'uomo che aveva allertato il numero unico di emergenza 112, aveva ammesso di essere stato lui colui che poco prima era salito sul muro e li, sul parapetto, aveva camminato semplicemente per gioco. Il giovane, identificato come un ventenne di origini rumene, e gli altri tre compagni oltre ad essere redarguiti per la condotta tenuta, pericolossissima, sono stati fatti oggetto di altrettanti verbali di contestazione per violazione alle norme di contrasto al Covid-19.

Ultimo aggiornamento: 19:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA