Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Assunzioni al Pmal, "la Regione in pressing per la conclusione delle procedure"

Assunzioni al Pmal, "la Regione in pressing per la conclusione delle procedure"
2 Minuti di Lettura
Martedì 26 Luglio 2022, 19:45

Il bando per le prime 13 assunzioni al Pmal, nell’ambito di un piano complessivo che prevede la copertura di 164 posti civili, è stato pubblicato appena una settimana fa. Il sottosegretario alla Difesa, Giorgio Mulè, in visita a Terni nei giorni prima aveva assicurato che, l’eventuale crisi di Governo, che poi si è concretizzata, non avrebbe bloccato la macchina organizzativa, già avviata. Una rassicurazione che non tranquillizza le istituzioni locali visto che l’assemblea legislativa ha sentito l’esigenza di approvare all’unanimità una proposta di risoluzione, predisposta dalla seconda commissione, che impegna «la giunta regionale a assumere ogni iniziativa utile nei confronti del ministero della Difesa — Agenzia Industrie Difesa, al fine di concludere le procedure di assunzione avviate o ancora da avviare» per lo Stabilimento militare di Baiano di Spoleto.  I consiglieri della minoranza hanno chiesto e ottenuto di inserire nell’atto analogo impegno per il Pmal di Terni. Inoltre si è impegnata la seconda commissione a dare seguito ad audizioni specifiche, con tutti i soggetti interessati, come già fatto per lo stabilimento di Baiano di Spoleto, anche per il Polo di Terni per arrivare a ottobre a un documento di indirizzo da portare all’approvazione dell’Aula.

© RIPRODUZIONE RISERVATA