Serie B, Perugia da sogno: Frosinone ko (3-1) e playoff a meno uno. Breda: «Vietato pensare di essere bravi». Cosmi: «Vittoria che non sorprende»

L'abbraccio tra Buonaiuto, Colombatto e Di Carmine dopo il terzo gol del Perugia
3 Minuti di Lettura
Sabato 24 Febbraio 2018, 17:40 - Ultimo aggiornamento: 18:34

PERUGIA - Una vittoria storica. Perché il Perugia è la prima squadra che mette il sigillo da tre punti al nuovo, bellissimo, stadio di Frosinone. E perché il Grifo è riuscito a portare via sei punti a una squadra che, per quanto fatto vedere anche in questa gara, probabilmente andrà diretta in serie A. Il Perugia dal canto suo centra il tredicesimo punto in sei partite e vola di nuovo in zona playoff. Appena un punto divide la squadra di Breda dalla zona spareggi.

LA GARA
E dire che la gara dello Stirpe non era partita bene per il Grifo. Frosinone in forcing e, dopo un palo colpito da Soddimo, e autore al 9' della rete del vantaggio ciociaro. Pronta la replica degli umbri con Cerri al 14' bravo a infilare Vigorito dopo aver bruciato sul tempo Ariaudo. A questo punto il Frosinone cerca di rimettere la punta avanti, ma l'ex Leali para tutto. Ancora Soddimo alla mezz'ora colpisce il palo con una bordata da 30 metri. La svolta arriva al 39' con un rosso diretto allo stesso Soddimo da parte dell'arbitro Ghersini per aver calpestato Colombatto. Il Frosinone perde il suo miglior elemento in campo. Nel secondo tempo al 29' il raddoppio umbro in contropiede con Mustacchio: proteste del Frosinone per un intervento su Ciano. All'43' miracolo di Colombatto su tiro-gol di Dionisi. Dal possibile 2-2 ecco l'1-3 grazie a un altro contropiede di Buonaiuto. A fine a gara secondo rosso, fischiato a Terranova.

I COMMENTI
Ecco Breda, ai microfoni di Sky. «Il Frosinone non è davanti per caso, ha fisicità gamba e tecnica atteggiamento e voglia di provare a vincere senza rischiare nulla, davvero un’ottima gara. Svolta? E' ancora tutto da vedere, all’andata il Perugia ha fatto gli stessi punti è il dopo che è venuto difficile. Dobbiamo imparare da quel tipo di esperienza noi dobbiamo sapere che abbiamo una squadra che ha qualità ma che deve rimanere sempre con grande intensità e forza. Non dobbiamo pensare di essrre bravi perché quello èè il nostot difetto. Non dobbiamo fare tanti voli pindarici, perché il campionato è lunghissimo. Devo concentrarmi solo sul lavoro, poi sono i giocatori che vanno in campo e che fanno un percorso di gruppo. Stiamo lavorando con grande spirito di sacrificio e non c’è da stare tranquilli, dal momento che martedì arriva un Brescia che sta facendo un girone di ritorno fantastico». 

Sempre ai microfoni di Sky, anche Serse Cosmi commenta la vittoria del Grifo. «Da come ho visto giocare il Perugia nelle ultime gare dico che quella del Grifo a Frosinone è una vittoria che non mi sorprende, per nulla casuale».

LA CLASSIFICA
La classifica di Serie B dopo la 27esima giornata: Empoli 50 punti; Frosinone 49; Palermo e Bari 44; Cittadella 42; Venezia 40; Spezia 39; Cremonese e Parma 38; Perugia e Carpi 37; Pescara 36; Foggia 34; Brescia e Avellino 33; Novara e Salernitana 31; Entella 29; Cesena 28; Vercelli 27; Ascoli 26; Ternana 22.

Servizio integrale in edicola domenica 25 febbraio Il Messaggero Umbria

© RIPRODUZIONE RISERVATA