CORONAVIRUS

Arrone: Cantamaggio assicurato
dal carretto in piazza Garibaldi

Giovedì 30 Aprile 2020 di Aurora Provantini

«Ad Arrone abbiamo voluto rinnovare la tradizione che da 75 anni ci vede convolti nel Cantamaggio. Non potendo sfilare e non potendo neanche programmare la festa, perché sono vietati gli assembramenti di persone, i nostri due maggiaioli storici hanno voluto comunque dare il proprio contributo, confezionando in poche ore il carro di maggio 2020». Il sindaco Fabio Di Gioia presenta così l’allestimento fatto da Daniele Aiani (presidente del gruppo dei maggiaioli arronesi) e Guido Paparelli. «Un carretto piccolo, che però raccoglie in sé tutti i simboli della tradizione popolare che festeggia il ritorno alla vita e lancia un messaggio di speranza»  - afferma Di Gioia.
«I nostri due cari maggiaioli hanno messo insieme pezzi dei carri del passato  - spiega il sindaco - lavorando singolarmente da casa, come Coronavirus impone, senza mai incontrarsi tra loro, né toccarsi. Il risultato è che da stasera 30 aprile e fino a domenica 3 maggio Piazza Garibaldi ospiterà i colori della primavera. Aver messo insieme la torre civica, il tricolore e l’ulivo, è un vero e proprio inno alla speranza. D’altro canto ad Arrone l’andamento dei contagi ha quasi raggiunto quota zero e cantare maggio è un atto dovuto.  Anche se il carro non può sfilare tra le gente, porta comunque colore e allegria nella comunità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA