EUROPA

Arriva il Babbo Natale più alto d'Europa. A Foligno le feste, con il programma di Confesercenti, dureranno 40 giorni

Martedì 23 Ottobre 2018 di Giovanni Camirri
Arriva il Babbo Natale più alto d'Europa. A Foligno le feste, con il programma di Confesercenti, dureranno 40 giorni

FOLIGNO - Sta per arrivare in città il Babbo Natale più alto d’Europa. Sarà infatti un Natale particolare quello che Foligno si appresta a vivere dal punto di vista della tradizione più vera e anche da quello degli eventi collegati al periodo delle festività. Le sorprese che si articoleranno in un programma, ancora blindatissimo, lungo 40 giorni portano la firma della Confesercenti di Foligno, realtà guidata dal presidente Simone Mattioli. I rarissimi elementi che senza non poche, quanto comprensibili difficoltà, trapelano sono riassunti in qualche rumors di palazzo che racconta, appunto, della’arrivo in città del Babbo Natale più alto d’Europa. Misure e posizionamento sono al momento, stando a quanto risulta a Il Messaggero, segretissime. Col Babbo Natale, volto della tradizione popolare delle festività che chiudono l’anno, e figura amatissima soprattutto dai più piccoli, ci saranno anche diversi momenti dedicati al significato più vero della Natività. Il riferimento è al Presepe. Un ambito, quest’ultimo che vedrà, come trapela già da qualche scuola cittadina, il coinvolgimento degli alunni. Saranno tantissime, quindi, le occasioni che scandiranno i 40 giorni del programma di Natale proposto dalla Confesercenti territoriale. Qualche anticipazione, per altro rarefattissima, era stata data nei giorni scorsi dal presidente Mattioli nel corso di una seduta di Commissione Comunale incentrata sui temi del centro storico. Uno spunto, quello lanciato da Mattioli, che non è sfuggito ai più attenti e che ha interessato non poco anche i partecipanti all’assise in Comune. L’obiettivo di fondo, come è facile immaginare anche ragionando sulla durata del programma, sarà anche quello di attrarre visitatori dall’Umbria e anche da fuori regione. Il tutto mediante un duplice chiave che è quella della tradizione delle festività natalizie, mixata con l’obiettivo di catturare presenze per far conoscere di più e meglio Foligno città che non ha un dna turistico, come invece altre realtà dell’Umbria, ma che ha comunque un potere di attrattività che sta facendo registrare costanti aumenti di presenze. Foligno, quindi, si candida a diventare anche la “La città del Natale”. Quando il programma verrà svelato si potrà capire di più e meglio come la proposta di Confesercenti mira a raggiungere questo traguardo. Certo è che, anche con la notizia dei giorni scorsi, e cioè quella della durata del programma per 40 giorni pubblicata da Il Messaggero, c’è stato un gran fermento di curiosità intorno a questo progetto che, stando alle poche anticipazioni, si presenta compatto, strutturato, pensato in un sistema di rete attraverso un approccio di squadra che pare già riscuotere apprezzamento. Nelle prossime settimane, o nei prossimi giorni, l’arcano, e cioè il programma, dovrebbe essere svelato così da poterne apprezzare i dettagli e conoscerne le diverse proposte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA