Amelia ricorda le bombe cadute sulla scuola delle Maestre Pie. Morirono 12 bambine.

Amelia ricorda le bombe cadute sulla scuola delle Maestre Pie. Morirono 12 bambine.
di Francesca Tomassini
2 Minuti di Lettura
Martedì 25 Gennaio 2022, 18:44

AMELIA Un anniversario, il settantottesimo, che riporta alla memoria l'evento più tragico vissuto dalla città durante la Seconda Guerra Mondiale. Quando un aereo delle truppe alleate sganciò una bomba che distrusse la scuola delle maestre Pie Venerini, uccidendo dodici bambine, la direttrice Jole Orsini, tre suore e un operaio. Un tragico errore, l'ordigno avrebbe dovuto far saltare il ponte sul Rio Grande per bloccare le truppe tedesche, che ha aperto una ferita mai rimarginata nel cuore della città. 

Nel corso della cerimonia, senza pubblico a causa delle restrizioni anti Covid-19 ma in video collegamento con alcune delle classi della primaria, la sindaca Laura Pernazza ha letto i nomi delle vittime incisi sulla lapide di fronte alla scuola Venerini, a cui la direttrice Tiziana Lorenzoni ha risposto, per ognuno, "presente".

Alle 12 in punto, nella piazza ha risuonato la sirena che durante la guerra annunciava l'arrivo dei bombardieri. 

«La bomba uccise 17 persone – ha ricordato la sindaca Laura Pernazza – fu una tragedia immane che sconvolse l’intera comunità, segnata per sempre da questo evento. Fatevi raccontare - ha detto rivolta agli alunni delle classi che hanno partecipato alla cerimonia in video collegamento a causa delle restrizioni anti covid-19 - dai ragazzi di ieri, i vostri nonni, quella giornata perché quel ricordo rimanga impresso anche in voi e vi aiuti a comprendere anche oggi l’atrocità della guerra. Una guerra – ha continuato – alla quale Amelia ha dato il suo contributo di sangue non solo con i fatti della scuola ma anche con i tanti soldati morti al fronte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA