Amelia, post di una consigliera comunale
sulla liberazione di Silvia Romano:
"Quattro milioni per un regalo di nozze"

Lunedì 11 Maggio 2020 di Francesca Tomassini
1
Il post pubblicato dalla consigliera del Comune di Amelia
AMELIA - E' rimasto sul suo profilo una manciata di ore ma tanto è bastato perchè il post della consigliera del Comune di Amelia Tamara Grilli provocasse reazioni a livello politico e malumori fra i naviganti delle pagine social. "4 milioni di euro per un regalo di nozze -ha scritto ieri sera- mi sembra eccessivo... non trovate?" Sebbene non sia specificato nel contenuto del post, il riferimento è chiaramente alla vicenda della liberazione di Silvia Romano, la cooperante internazionale rapita 18 mesi fa in un villaggio in Kenya e  liberata nei giorni scorsi in una zona non lontana dalla capitale somala per la quale il Governo ha pagato il riscatto. Dopo qualche ora il post è stato rimosso dal profilo personale della Grilli, ma la polemica sul suo contenuto ha proseguito. In merito alla vicenda è intervenuto il Il M5S Amelia che presenterà un'interrogazione. «Noi siamo orgogliosi di uno Stato che mette ed ha sempre messo, con tutti i suoi Governi, al primo posto la salvaguardia della vita -scrivono - di uno Stato che sempre si è prodigato per riportare a casa i suoi concittadini. Se avessero rapito un operaio, un ingegnere,un militare, o qualsiasi altro lavoratore, nessuno avrebbe avuto nulla da dire del riscatto. La sua colpa è di essere una volontaria che di mestiere ha scelto di aiutare le persone nei posti dove queste hanno bisogno, che spesso non sono sicuri né consigliabili.vDopo la lezione di storia sui ponti del duce che non cadevano mai, la Consigliera di Forza Italia con delega alla Coop ci regala un'altra perla del suo sapere. Chissa se ha fatto i conti anche del pizzo pagato alla mafia..».

  Ultimo aggiornamento: 15:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA