Amelia celebra la memoria del bombardamento della scuola delle Maestre Pie. Il 25 gennaio 1944 persero la vita 12 studentesse.

Amelia celebra la memoria del bombardamento della scuola delle Maestre Pie. Il 25 gennaio 1944 persero la vita 12 studentesse.
di Francesca Tomassini
2 Minuti di Lettura

AMELIA - Ricorre oggi il settasettesimo anniversario del bombardamento della scuola delle Maestre Pie Venerini. Quel 25 gennaio 1944, sotto le macerie, morirono 12 alunne, 3 suore, la direttrice Jole Orsini a cui oggi è dedicata la scuola elementare e un operaio. In un periodo in cui qualsiasi celebrazione in presenza è preclusa a causa della pandemia, in memoria della giornata la Unitre di Amelia su ideazione della Presidente Mara Quadraccia, ha dedicato un momento di riflessione sull'evento divulgando un video con un'intervista a Iva Lorenzoni, testimone superstite al bombardamento. In collaborazione con Cristina Caldani, sono state realizzate anche delle video letture tratte dal libro  “Nisa una donna, la sua guerra”  di Ettore Farrattini Pojani e interpretate dagli allievi di SpazioFabbricaLab, il laboratorio del Teatro Spazio Fabbrica di Lugnano in Teverina. 

Uniche presenze fisiche sul luogo del bombardamento, quella dell'Amministrazione Comunale con la sindaca Laura Pernazza, le forze dell'ordine e la preside della direzione didattica di Amelia Graziella Cacafave. Al suono del silenzio è stata deposta una corona d'alloro sotto la lapide che riporta i nomi delle vittime, ricordati uno per uno dalla stessa Pernazza. Sempre a causa dell'emergenza sanitaria, non è stato possibile organizzare la partecipazione delle classi quarte e quinte della primaria. 

Lunedì 25 Gennaio 2021, 20:36 - Ultimo aggiornamento: 21:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA