Amelia, arena estiva. Oltre il Visibile propone una rassegna itinerante di cinema in giardino.

Martedì 21 Luglio 2020 di Francesca Tomassini

AMELIA - Arene estive fuori dagli schemi. Continua la rassegna cinematografica sotto le stelle nei dintorni di Amelia, in spazi privati che apriranno le proprie porte per accogliere la visione di grandi film d’autore, da scoprire o ri-vedere in compagnia.
Ad ospitare la rassegna questa settimana, La Verde Milonga (Strada Cappuccini, 30), una struttura a 4 chilometri da Amelia, immersa nel verde della campagna. 

La rassegna, intitolata Mulheres (In)visíveis, prevede una piccola ma significativa selezione della cinematografia brasiliana contemporanea, con al centro splendidi ritratti femminili. 

Si parte venerdì 24 luglio – ore 21.30 con Aquarius, un film del 2016 diretto da Kleber
Mendonça Filho con protagonista Sônia Braga.
Il regista, raccontando la storia di una donna legata alla propria abitazione, firma un
netto atto di denuncia politica.
Aquarius ha conseguito premi importanti, come migliore regia e migliore attrice ai Fenix Awards, i premi assegnati a Città del Messico, dedicati al cinema iberoamericano.

Sabato 25 luglio – ore 21.30 sarà la volta de La vita invisibile di Eurídice Gusmão,
un film del 2019 diretto da Karim Aïnouz, basato sull'omonimo romanzo del 2016 di Martha Batalha.
Come può vivere la sua vita una donna nella Rio de Janeiro degli anni ’50? Quale spazio di libertà e affermazione personale può sperare di avere chi non nasce maschio?
Ambientato negli anni ’50 fino ai giorni nostri, nei quali la presidenza Bolsonaro ha riaffermato le posizioni tradizionaliste e maschiliste della cultura brasiliana, il film di Ainouz è risultato vincitore al Festival di Cannes 2019 nella sezione Un Certain Regard, con una fotografia sporca e ‘vera’, senza manierismi di sorta ma assecondando una
storia capace di emozionare e coinvolgere.

POSTI LIMITATI. PRENOTAZIONE SCRIVENDO A: INFO@OLTREILVISIBILE.IT –

WHATSAPP: 3291244550 – TEL. 3408164427

Per approfondimenti: https://www.oltreilvisibile.it/2020/07/24/mulheres-invisiveis/

© RIPRODUZIONE RISERVATA