Amelia. Al cinema "Donne Selvatiche". Oppressione, femminilità, mistero:
giovani ribelli, impossibili da addomesticare.

Amelia. Al cinema "Donne Selvatiche". Oppressione, femminilità, mistero: giovani ribelli, impossibili da addomesticare.
di Francesca Tomassini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Settembre 2021, 12:58

AMELIA Un altro week end sul grande schermo all'insegna di racconti in bilico tra rievocazione dolente e lampi di mistero. Dal 17 al 19 settembre, il cinema di Oltre il Visibile propone  la rassegna "Donne Selvatiche". Natura, corporeità, memoria ancestrale, narrate con le tinte della giovinezza e di una femminilità eterea.

Tre opere selezione per rappresentare il corpo femminile nel misterioso istante in cui è ancora in bilico tra infanzia e adolescenza, tra gioco e sensualità, tra spensieratezza e presa di coscienza della propria unicità e del proprio destino.

PROGRAMMA 

Venerdì 17 settembre – ore 21.00

Il giardino delle vergini suicide, regia di Sofia Coppola, USA, 1999, 95’ – v.o.sott.it

La famiglia Lisbon, composta dai genitori e da cinque ragazze fra i 13 e i 17 anni, vive in una cittadina dell'Oregon. Le cinque sorelle sono tutte molte belle e affascinanti ed esercitano sui ragazzi del vicinato un fascino irresistibile. Tutto cambia quando la più giovane, Cecilia, si suicida buttandosi dalla finestra. I genitori reagiscono alla tragedia impedendo alle figlie ogni rapporto con l'esterno, ma una notte le sorelle riescono comunque ad invitare i ragazzi a entrare in casa.

È stato presentato nella Quinzaine des Réalisateurs al 52º Festival di Cannes. Nel 2000, ‘Les Chaiers du cinéma’ scelse Il giardino delle vergini suicide come uno dei migliori film dell’anno.

Sabato 18 settembre – ore 21.00

Picnic ad Hanging Rock, regia di Peter Weir, Australia 1975, 115’ – v.o.sott.it

Tratto dall’omonimo romanzo del 1967 di Joan Lindsay dove, appunto, l’autrice dichiara di essersi ispirata ad un fatto realmente accaduto, il film riesce ad emozionare con immagini e musiche molto suggestive.

Premiato al Festival di Taormina del 1976.

Domenica 19 settembre – ore 18.00

Mustang, regia di Deniz Gamze Ergüven, Francia, 2015, 94’ – v.o.sott.it.

In un villaggio turco dove 5 fanciulle segregate in casa si ribellano alla tradizione e all’oscurantismo maschile. 

Presentato con successo alla Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 2015 e vincitore del premio Label Europa Cinemas.

Per assistere alle proiezioni è gradita la prenotazione. WhatsApp: 329.1244550 – Email: info@oltreilvisibile.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA