Alle Mole di Narni come a Rimini. E senza distanziamento sociale

foto
Lunedì 24 Agosto 2020, 13:12 - Ultimo aggiornamento: 13:46

Alle Mole di Narni abbattuto senza dubbio alcuno il record delle presenze: ci sono bagnanti come nelle spiagge dell’Adriatico. Bene per l’immagine del territorio che offre angoli incredibili. Male perchè è tutto deregolamentato.
Dice Sergio Bruschini, consigliere comunale molto attento alla problematica: “Questo luogo ormai è una giungla dove ognuno sfida la natura. Tutti sanno della pericolosità, documentata con video foto ma tutti fanno finta di nulla. Esiste solo qualche cartello che vieta la balneazione, che sembra solo un avvertimento. E’ come se nessuno fosse responsabile dal far rispettare delle regole: nessuno vuole vietare la frequentazione del luogo che dovrebbe essere un sito naturale ove prendere il sole osservare la natura ma non trasformarlo in una piscina perché non lo è”. In comune sono abbastanza disorientati: vietare la zona significherebbe aumentarne l’attrattiva. Ma sono allo studio di provvedimenti da prendere in concerto con la Erg per controllare le piene improvvise. Per adesso comunque c’è da ammirare come il passa parola abbia centrato Narni che vive una stagione turistica nemmeno immaginabile solo un anno fa.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA