Scherma, Alessio Foconi medaglia d'oro ai mondiali nel fioretto
Sua anche la Coppa del mondo

Martedì 24 Luglio 2018

TERNI Ancora un oro per l'Italia ai mondiali di scherma in corso in Cina. Alessio Foconi riporta il fioretto maschile sul gradino più alto del podio battendo in finale 15-8 il britannico Richard Kruse. È la quarta medaglia per l'Italia in questi mondiali e a portarla a casa è lo schermitore ternano che, dopo un inizio difficile, ha tirato fuori il carattere ed è riuscito a sconfiggere il fortissimo avversario. L'atleta ternano si è aggiudicato anche la Coppa del mondo.

 

 

Un anno dopo Lipsia, che regalò agli Azzurri del fioretto una splendida medaglia d’oro nella gara a squadre, l’aviere ternano del Circolo Scherma Terni Alessio Foconi e il Maestro Filippo Romagnoli hanno vinto alla grande la nuova sfida mondiale. Alessio Foconi era secondo nel ranking mondiale, dopo la medaglia d’argento nella prova a squadre agli Europei di Novi Sad (Serbia). Tutto il Circolo Scherma Terni a cominciare dal Presidente Alberto Tiberi ha seguito con entusiamo ed emozione l’appuntamento.  L’appuntamento di Wuxi chiude di fatto la stagione, ma per il Circolo Scherma Terni non sarà certo un’estate di riposo. Foconi aveva vinto già la medaglia d’oro  del prestigioso trofeo del Challenge di Parigi di Coppa del mondo, poi il secondo posto con la Nazionale. Nel 2017 era diventato campione del mondo a squadre.

La qualificazione per i quarti Nel primo turno Foconi ha sconfitto 15-11 Peter Joppich, uno che di Mondiali se ne intende anche se la versione attuale del tedesco è decisamente lontana da quella del campione che ha portato a casa per quattro volte il titolo. Nel turno successivo Foconi strapazza il polacco Michal Siess con un secco 15-1 e vola agli ottavi di finale dove affronta il canadese Maximilian Van Haaster. Dopo essere stato sotto 8-10, Alessio rimonta il coriaceo avversario col punteggio finale di 15-12 e si qualifica ai quarti. 

Sono tre gli Azzurri nel tabellone dei migliori otto a caccia della medaglia: Foconi contro il francese Lefort, Garozzo contro il coreano Heo, Avola contro lo spagnolo Llavador, mentre nella parte bassa del tabellone derby britannico tra Davis e Kruse. Foconi si porta subito avanti sul 2-0 contro Enzo Lefort, numero 8 del tabellone, e resta sempre in vantaggio (6-3 poi 12-8) prima di chiudere con uno strepitoso crescendo che lo porta a vincere 15-8 guadagnandosi così il podio sicuro. 

L'ultimo degli azzurri Alessio resta anche l'ultimo degli italiani perchè Garozzo cade proprio all'ultima stoccata contro il coreano Heo (15-14) e viene sconfitto anche Giorgio Avola dallo spagnolo Llavador (15-10). Le clamorose eliminazioni in questo Mondiale non mancano, a cominciare da quella di Massialas nel primo turno con il cinese Huang (15-13) proseguendo con il ko di Cassarà ai sedicesimi che cede al britannico Davis (15-10). Il coreano Heo (partito come numero 52 del tabellone) che arriva in semifinale contro Foconi e lo spagnolo Llavador (numero 55) che sfida Kruse (numero 3) sono le vere sorprese del Mondiale. 

La semifinale  Alle 19.15 locali (le 13.15 in Italia) Foconi torna in pedana per giocarsi l'oro, ma in avvio è il coreano a sorprendere portandosi in vantaggio 2-0 e poi 5-2. Il carattere e il temperamento di Alessio vengono fuori e il ternano rimonta stoccata dopo stoccata fino a portarsi in vantaggio 7-6 al termine della prima manche. Poi massimo vantaggio di Foconi (10-7) prima del ritorno del coreano che si porta pericolosamente sul 12-11 ma sarà l'ultima stoccata per l'asiatico perchè Foconi ne mette quattro consecutive e chiude con autorità 15-12 guadagnandosi la finale iridata.

La finale Finale che Foconi affronta contro il britannico Richard Kruse, numero 3 del tabellone, in semifinale vincitore sullo spagnolo Carlos Llavador 15-11. Si tratta della prima finale mondiale in carriera per Kruse che sorprende nuovamente Foconi in partenza: 3-0 per il britannico al termine di una prima manche decisamente tattica da parte di tutti e due gli schermidori. Foconi si sblocca dopo il minuto di riposo e Kruse riesce a tenere a distanza il ternano fino alla parità (6-6) con cui si chiude la seconda manche. L'oro si gioca negli ultimi tre minuti e qui vengono fuori prepotentemente la verietà di colpi e la proprietà tecnica di Foconi. Un autentico show quello di Alessio che dopo una lenta e inesorabile rimonta si porta con un deciso cambio di ritmo in vantaggio 13-7 prima di chiudere 15-8 e vincere il suo primo oro mondiale nell'individuale. Un oro individuale nel fioretto maschile che all'Italia mancava dal 2011. Oltre alla medaglia d'oro mondiale, Alessio Foconi conquista anche la Coppa del Mondo che era contesa proprio dal britannico Kruse. 

Il circolo scherma di Terni Felicissimo il Presidente del Circolo Scherma Terni, Alberto Tiberi, che ha seguito la finale insieme al papà Gianfranco, ex presidente anche della Ternana Calcio nel giorno del suo 94° compleanno: "L'oro mondiale individuale è la più grande soddisfazione per un circolo schermistico. Siamo estremamente felici di questo risultato e della scelta della Federazione di convocare il Maestro Filippo Romagnoli che si è rivelata azzeccatissima. Ha saputo dare tranquillità e le giuste motivazioni ad Alessio anche nei momenti più difficili. Kruse ha un tipo di scherma molto complicata per Foconi, ma lui non ha mollato: è stato calmo, ha fatto passare tempo, ha raggiunto la parità e poi dato l'accelerazione finale. Un lavoro di squadra fatto bene". In attesa della gara a squadre dove ovviamente Foconi sarà in pedana, il presidente Tiberi si coccola l'ennesimo alloro del proprio campione. Campione che sarà festeggiato a dovere al Circolo Scherma Terni dove intanto procedono spediti i lavori in vista dei Campionati Europei Paralimpici di settembre. Il Palazzetto "Waro Ascenzioni" ospiterà infatti la nazionale italiana paralimpica, oltre naturalmente ai festeggiamenti per il nuovo campione del mondo.

 

Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 17:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L'approfondimento di oggi