Al Vinitaly sprinta
la Crono del Sagrantino

Il sindaco di Montefalco Tesei presenta la Crono del Sagrantino
2 Minuti di Lettura
Martedì 11 Aprile 2017, 13:23

PERUGIA - Si è vestita di rosa quest'anno la partecipazione delle aziende vitivinicole umbre al Vinitaly: il colore del Giro d'Italia che arriverà in Umbria con una tappa speciale dedicata al Montefalco Sagrantino. La CronoSagrantino si disputerà fra Foligno e Montefalco il 16 maggio prossimo e ad essa è dedicata tutta l'area espositiva del padiglione due, dove sono ospitate la maggior parte delle cantine umbre presenti a Verona.
Viene anche proposta una originale promozione, affidata a una bicicletta in legno, nello stand di uno dei produttori del Consorzio dei vini di tutela di Montefalco. La struttura presieduta da Amilcare Pambuffetti ha scelto proprio la cornice della manifestazione internazionale del vino per presentare la tappa a cronometro del Giro ciclistico che, da quattro anni, ha cominciato a raccontare la storia vinicola italiana. Sarà il Sagrantino a rappresentare e a promuovere il territorio nel mondo. Nelle quattro ore di diretta televisiva (su Rai2) di quella che si presenta come una tappa chiave, a metà giro, saranno circa 192 i Paesi collegati, con una audience stimata in circa 800 milioni di persone cui si aggiungono alle cifre della crescente community sui social media.
«Un sogno che si realizza e che ci rende orgogliosi e per il quale stiamo tutti lavorando», ha detto il sindaco di Montefalco Donatella Tesei durante la presentazione alla quale ha partecipato, fra gli altri, il direttore del Giro d'Italia, Mauro Vegni. «Quello fra il Sagrantino, una delle denominazioni più significative dell'Umbria, e il ciclismo è un abbinamento vincente - ha sottolineato l'assessore regionale all'Agricoltura, Fernanda Cecchini - e proietterà fuori dai confini regionali e nazionali l'immagine di un'Umbria che ha resistito alle difficoltà del sisma e che è pronta come e meglio di prima ad accogliere i turisti con le sue bellezze ed esportare nel mondo le sue produzioni enogastronomiche di qualità».
La seconda giornata dell'Umbria al Salone internazionale dei vini e distillati di Verona è stata l'occasione per presentare l'etichetta speciale dedicata alla CronoSagrantino ed ha contrassegnato anche il debutto ufficiale della patinca, il patè di tinca affumicata nelle due versioni all'olio extravergine di oliva del Trasimeno e al mascarpone realizzato dalla Cooperativa Pescatori del Trasimeno grazie a un progetto di innovazione di prodotto finanziato dalla Regione Umbria a valere sulla misura 124 del Programma di sviluppo rurale 2007-2013. Obiettivo è di produrne fra i 15 mila e i 20 mila vasetti all'anno, ora già disponibili nei due punti vendita della Cooperativa, a San Feliciano e a Sant'Arcangelo. A spiegare le fasi della preparazione, «ma non il condimento perché è un segreto», e la versatilità del suo impiego in cucina e l'abbinamento con il vino è stato l'amministratore delegato della Cooperativa, Valter Sembolini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA