Addio a Massimo Minciarelli, voce e volto delle vicende della Ternana e della Terni sportiva

Addio a Massimo Minciarelli, voce e volto delle vicende della Ternana e della Terni sportiva
di Paolo Grassi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Gennaio 2023, 12:48 - Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio, 13:50

Lutto nel mondo forense e della stampa di Terni. E' morto nelle prime ore del 26 gennaio 2023 Massimo Minciarelli, avvocato e giornalista. Avrebbe compiuto 69 anni il 29 gennaio. Avvocato, ma anche giornalista e opinionista. Nel campo giornalistico, aveva cominciato negli anni Settanta prevalentemente in televisione e radio. Prime esperienze nella sua Narni, al seguito della squadra di calcio dell'Elettrocarbonium. Conduttore e giornalista dell'emittente Trci (Tele radio centro Italia), poi di Teleterni. Negli anni Novanta ha lavorato per Canale 58 e Tele radio Umbria viva. Successivamente, con altre emittenti, come Rtr Rieti, Umbria Tv, Tef e Umbria Più. Per tanti anni ha curato le radiocronache sportive di Radio Antenna Musica, per poi collaborare anche con Radio Incontro. Fino alla collaborazione con la testata web Ternananews. Cronista e osservatore delle vicende sportive della Ternana, è stato una delle voci storiche delle partite delle Fere, avendone raccontato gesta, successi e anche fallimenti, sempre cercando di proporre a chi lo ascoltava un'opinione fuori dai denti, spesso espressa anche con veemenza e franchezza.

Della Ternana, era stato anche collaboratore, avendo lavorato per un periodo di tempo nell'ufficio stampa del settore giovanile. Cordoglio dal presidente Stefano Bandecchi: «Con lui ho avuto momenti belli, ma anche di frizione. Sono molto dispiaciuto. Porgo le condoglianze alla famiglia e mi dispiace per gli amici che perdono una persona intelligente». Minciarelli è stato anche fondatore e direttore del giornale Il Banditore di Amelia. La Camera penale di Terni lo ricorda come "collega esemplare e tenace combattente, virtù propria dei grandi avvocati, che ha dimostrato di possedere aggredendo con gli scritti e con la volontà un avversario indomito". Nota del gruppo umbro Ussi, unione stampa sportiva, anche a nome dell'Associazione stampa umbra "per l'improvvisa scomparsa" dell'avvocato giornalista, ricordandolo come "polemista, ma anche giornalista appassionato", citando le radiocronache "infarcite di di passione rossoverde e del suo forte temperamento". Si fa riferimento anche ad altre attività: "Moderatore ai dibattiti elettorali e parte attiva della Corsa all'anello, della quale è stato per tanti anni voce del corteo storico". Sabato 29 gennaio i funerali, alle ore 10, nella chiesa di sant'Antonio, a Narni Scalo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA