CORONAVIRUS

Actl, quarant'anni di storia: festa all'anfiteatro e il 12 sul palco Simone Cristicchi

Venerdì 11 Settembre 2020 di Aurora Provantini

TERNI La ricorrenza non poteva passare inosservata: la Cooperativa Sociale Actl compie 40 anni ha voluto festeggiare in grande stile. All’Anfiteatro Romano si è svolto uno degli eventi più significativi all’interno del calendario con cui la Cooperativa ha voluto ripercorrere i suoi primi 40 anni: una serata a cui hanno partecipato i rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni e degli enti del Terzo Settore che collaborano stabilmente con Actl con l’obiettivo di mettere a disposizione della comunità tutta servizi di qualità, competenze, professionalità e passione per un lavoro tanto delicato quanto fondamentale.
All’appuntamento hanno partecipato, tra gli altri, la presidente della Regione dell’Umbria Donatella Tesei, il sindaco di Terni Leonardo Latini, il Vescovo Giuseppe Piemontese, il presidente nazionale di Legacoop Mauro Lusetti, i sindaci di Marsciano, Arrone e Montefranco, gli assessori regionali tra cui Paola Agabiti,  i consiglieri comunali e regionali, i commissari straordinari di Usl Umbria 2 e Azienda Ospedaliera Massimo De Fino e Pasquale Chiarelli.
«Il 1980 – ha detto il presidente della cooperativa sociale Actl Sandro Corsi – è stato un anno fondamentale per i nostri valori. In quel momento noi dell’attuale gruppo dirigente eravamo dei ragazzi, studenti universitari: avevamo la possibilità di scegliere, e abbiamo scelto di dedicarci alla comunità, prima ai bambini con attività di animazione, e poi alla salute mentale, ai disabili, agli anziani. La prima esperienza è stata pioneristica, con l’apertura della Comunità Alloggio di via delle Ginestre. Oggi abbiamo messo insieme realtà importanti: comunità terapeutiche, strutture per anziani all’avanguardia, il nuovo centro per l’autismo che aprirà nei prossimi mesi, il mulino in Valnerina. Un consolidamento che dà certezze per il futuro ai nostri oltre 500 soci lavoratori».
E proprio i soci lavoratori non potevano mancare alla serata e hanno assistito anche alla proiezione di video realizzati per l’occasione, che hanno visto protagonisti gli ospiti delle Comunità e delle residenze protette, le attività legate ai servizi educativi e a tutti gli ambiti d’azione della cooperativa Actl. La serata, presentata da Mauro Nannini e dall’attrice Elisa Gabrielli, è stata accompagnata anche dalla musica del duo Ceccarelli e Melari e dalla Ballarano Band, dalla lettura di poesie, dal divertente intervento di Luciano Brogelli.
Le celebrazioni per i 40 anni della Cooperativa erano iniziate già nelle scorse settimane con la realizzazione della scultura dedicata a Marco Cavallo realizzata dall’artista Andrea Gandini inizialmente alla Passeggiata e poi spostata a causa di atti vandalici quando ancora non era stata terminata. Un’opera simbolica che ora troverà una nuova collocazione e che rimanda alle conquiste della Legge 180 che  ha sancito la chiusura dei manicomi.
Sabato 12 settembre sarà la volta della grande musica: presso il Parco Valserra salirà sul palco Simone Cristicchi con il tour Abbi cura di Me, con il suo spettacolare repertorio e con la sua poetica che si mescolerà alla gioia di condividere una nuova avventura con i suoi musicisti ed il suo pubblico. Una scelta mirata, quella del cantautore romano, da sempre vicino alle tematiche del sociale, grazie alla sua esperienza come obiettore di coscienza e poi come volontario in un centro d'igiene mentale che lo ha portato ad approfondire i temi della malattia mentale, fino a conoscere direttamente le storie dei pazienti psichiatrici che poi sono confluite in Ti regalerò una rosa, canzone vincitrice del Festival di Sanremo nel 2007.

© RIPRODUZIONE RISERVATA