Influencer da tutto il mondo a Terni per il loro primo Festival

Influencer da tutto il mondo a Terni per il loro primo Festival
di Aurora Provantini
3 Minuti di Lettura
Martedì 22 Marzo 2022, 13:14

TERNI - «Innamoratevi di Terni». Perché lo dicono le star del XXI secolo: gli influencer. Che arriveranno in carne e ossa nella capitale dell’acciaio il 23, 24 e 25 settembre. Per prendere parte al loro primo festival. L’ Influencer Festival. Organizzato da “Umbria for the future”, associazione culturale attiva sul territorio umbro, di cui fanno parte professionisti affermati nel mondo della cultura, della comunicazione e dello spettacolo, come il Trio Medusa e Francesco Lancia. E che scommette su Terni, città “trendy”, evidentemente. Di cui ci si innamorerà, una volta vista con gli occhi di chi se ne intende: gli opinionisti social, per intenderci. Perché la rilanceranno. I nomi degli ospiti ancora non circolano e il programma degli eventi non è stato svelato, ma ci si aspetta di trovarsi faccia a faccia con personaggi come Giulia De Lellis, Cioccio Gamer, Benedetta Rossi, la blogger esperta di cucina (di piatti tipici da promuovere ce ne sono in quantità). Perché le aspettative sono alte. «Il festival è su tutto e per tutti» – spiegano gli organizzatori. Tanto che si palerà di viaggi, di sport, di salute, di moda, di arte, di ambiente. Soprattutto di green. Le date, invece, sono certe. Come la “paternità” della manifestazione, finanziata per intero (per 50mila euro) dalla Fondazione Cassa di Rispario di Terni e Narni. Che ci crede e ci investe. Persino il Comune di Terni gli dedica uno spazio importante: quello che storicamente appartiene a TerniOn. Infatti il festival si svolgerà il terzo fine settimana di settembre. «A conclusione di una stagione di eventi ricchissima - anticipa l’assessore allo sviluppo economico Stefano Fatale - che inizia a luglio e che finisce, appunto, il 25 settembre». Segnala l’appuntamento con Umbria Jazz Weekend, a metà settembre. E ricorda che il 2022 è l’anno della ripartenza, in cui l’amministrazione comunale gioca le sue carte migliori.  «L’arrivo in città dell’esercito degli influencer avrà una eco importante - dichiara Fatale - andando ad arricchire l’ offerta culturale del territorio. Ci saranno concerti, workshop, eventi esclusivi, live show, panel, interviste. E infatti, si riempiranno le vie e le piazze del centro storico per tre giorni, la Bct, il Caos, il teatro Secci, l’Anfiteatro Romano, l’Auditorium Gazzoli, il PalaSì». Ma anche i bar, i ristoranti, i negozi. La ricaduta sul commercio ci sarà come c’è sempre stata in concomitanza con la notte bianca, sospesa (l’ultima edizione è stata quella del 2019 con lo spettacolo di Max Gazzè in piazza Europa) a causa della pandemia. La città si riaccenderà, come nella vocazione di TerniOn, e la gente tornerà ad uscire di casa nella speranza di incontrare l’influencer che segue (da follower) abitualmente. Lo stesso che magari pochi minuti prima ha acquistato un abito a Terni. Allora si precipiterà nello stesso negozio per comprare lo stesso capo. Alimentando il commercio di prossimità e muovendo l’economia. Sarà l’occasione per ampliare proprio quella manifestazione che attrae flussi da fuori regione: TerniOn. Trasformandola in qualcosa di più, capace di contenere anche l’Infuencer Festival. Riflettori puntati, quindi, sulla città di Terni. Protagonista del primo festival al mondo degli influencer, con la direzione di Marco Villa, giornalista e autore di serie tv tra cui SerialMinds.

© RIPRODUZIONE RISERVATA