f3rdys

Martedì 30 Novembre, 00:00
Non voterò mai più i voltagabbana.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ibrahim, la smettiamo per favore di offendere un popolo che ti ha accolto e dato da mangiare e lavorare? La smettiamo di far passare questo messaggio distorto che gli italiani sono ignoranti e razzisti? Noi ci siamo semplicemente ed abbondantemente rotto le scatole, per non dire altro, dei delinquenti di qualsiasi nazionalità, etnia,credo ed orientamento sessuale. La smettiamo di fare terrorismo psicologico ed ideologico? Gli italiani all'estero, quelli che si comportano bene e non delinquono come i tuoi connazionali in Italia, non hanno alcun timore se non di quelli esaltati e squilibrati che colgono l'occasione delle tue parole per giustificare azioni violente e di terrore.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Voi state fuori di testa! Ma davvero credete che sia un argomento da mettere uno spot per rilanciare e pubblicizzare una città vittima di soprusi come quello dell'episodio con aggravante mafiosa? Allora perchè non metterci pure qualche stupro o qualche borseggio, così tanto per sdrammatizzare? Ma riflettete prima di fare ste sciocchezze madornali!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Mi sono davvero rotto con questo "sfondo razzista", sarebbe stata la stessa cosa se invece degli "zingari" fossero stati delinquenti di di qualsiasi nazionalità o credo religioso. Però ormai lo sciacallaggio mediatico continua imperterrito, anche da parte di questa testata giornalistica che ritenevo la meno peggio di tutte. Mi spiace solo che in questa Italia ormai allo sbando, chi ci rimetterà sarà solo quella poveraccia che ha fatto l'annuncio evidentemente spazientita di una situazione oltremodo indecente.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Non concordo! L'educazione nasce dal dialogo e dal confronto. La violenza genera sempre violenza. Ho ricevuto cinghiate anche io da bambino e non ricordo affatto perchè, ricordo invece le punizioni di mia madre che mi privava dei suoi sguardi quando era necessario.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Urge un intervento veloce e risolutivo da parte delle istituzioni. Non ne possiamo più di questa continua aggressione verso le persone con le quali abbiamo l'obbligo di collaborare per l'educazione dei nostri figli.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ribadisco la mia più totale ed incondizionata solidarietà alla prof. Francesca Redaelli. Prof. riprenditi presto, sopratutto nel cuore e nella mente, i tuoi alunni ti vogliono bene e ti aspettano. Purtroppo mi spiace anche per il "ragazzo", vittima della mamma che non ha saputo educarlo sia nel conciliare studio ed attività sportiva sia nell'assumersi le responsabilità di uno scarso rendimento scolastico. Confido in una giustizia "giusta" che punisca questa violenta aggressione, stupida ed ingiustificata con un provvedimento esemplare, come monito per tutti quei "giustizieri" che pensano di essere sopra ogni regola, ma su quest'ultimo punto, purtroppo, ho qualche dubbio!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Dico solo: povero ragazzo! Avrebbe potuto imparare, migliorare, crescere ... così potrà solo delinquere! Piena solidarietà all'insegnante. Mi auguro solo che questa nostra giustizia, sempre più ingiusta si risvegli ed applichi almeno per una volta il buon senso come monito per tutti quegli squilibrati che pretendono di applicare giustizia sommaria in nome della libertà!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
No, caro Fabrizio, purtroppo per te, non ci sono più Ministri indagati o condannati.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Stavolta però, buttatela la chiave!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Una vincente in mezzo ad una massa di perdenti! Vai così, sei e sarai una GRANDE!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ma il bambino come sta?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Oltre al danno pure la beffa! E noi paghiamo le tasse per tutelare un criminale pedofilo! Ma in che mondo viviamo? Ha provato o non ha provato a rapire la bambina? Se questa è la legge, cambiatela, è orrendamente sbagliata!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Non so come siano andate realmente le cose, ma così come raccontate nel breve articolo, che doveva fare quel poveraccio farsi ammazzare dal pazzo con l'accetta? Speriamo che ci sia buon senso nelle decisioni, ma dubito seriamente che saranno prese!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Tranquilli che fra qualche giorno gli metteranno il braccialetto elettronico e qualche giudice di buon senso firmerà il rilascio ...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Certo, ovvio, il tribunale pisano ha ordinato, poi se accade qualcosa di grave per colpa di questa azione mica sono loro che pagano! E tutti i soldi che sborsiamo noi italiani per gli inquirenti, le forze dell'ordine, le strutture ... a cosa servono se poi il tribunale decide che il sig. Jalal El Hanaoui può continuare impunito nel suo intento criminoso? Bha!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
La legge dovrebbe prevedere pene aspre, anche penali, per il giudice che firma l'atto di scarcerazione che non ha saputo prevedere la pericolosità del rilasciato. Solo in questo modo disadattati di questo genere restano in gattabuia fino al processo secondo me. Speriamo che al prossimo rilascio questo energumeno non vada ad ammazzare qualcuno.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
La cosa ancora più agghiacciante è che l'assassino, essendo di una casta superiore secondo le loro (barbare) usanze e leggi, potrebbe anche farla franca ... Alla faccia dell'uguaglianza dei diritti umani.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Oltre ad essere indagato per ben tre omicidi tutti commessi allo stesso modo, ha pure gridato: "Ti ammazzo!" prima di ammazzarlo davvero e mi venite a dire che non è un omicidio volontario? Ma come funziona la legge in Italia? Ma in mano a chi stiamo? Ma perchè, se viene dimostrato che i giudici sbagliano, poi non devono pagare per i propri errori? Sempre più senza parole!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Purtroppo di persone così piccole piccole ve ne sono a migliaia, ovunque! Non bisogna andare lontano per trovarle, basta leggere i commenti all'articolo! Il problema è che il tal Cico 33 oltre ad avere tanta miseria nel cuore è pure tanto ingenuo (giusto per non offendere nessuno) da dire quello che pensa!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
E' incredibile quanto l'essere umano sia caduto in basso! P.S. Input si scrive con la "enne" :-)
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
E' lo studente americano scomparso giovedì?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ma vi conviene scrivere l'esatto opposto della realtà, e per quale motivo poi? Cercate di imparare la furbizia da Bruno Vespa che ha cambiato bandiera a seconda del vento! Ricordatevi che siamo nel 2016 e che ci sono canali di informazione più diretti ed immediati delle "vecchie" testate giornalistiche, distorcere la realtà non può che ritorcersi contro!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Un abbraccio ed un tenero bacio piccola Nicole, ovunque tu sia ora. Non so cosa stesse facendo la mamma mentre la piccola giocava in acqua, certo è che non bisognerebbe mai lasciare senza controllo (proprio o di altri) bimbi così piccoli. Al di là di come siano andati i fatti in questo caso, spero che sia di monito a tutte quelle mamma e quei papà che (purtroppo) pensano sia meglio chattare o postare selfie su facebook piuttosto che godersi i sorrisi dei propri figli.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 232 commenti
con 126 commenti
con 125 commenti
con 117 commenti
con 101 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP