Veleno

Martedì 30 Novembre, 00:00
Che esistano personaggi come Trump, mi pare una cosa fisiologica, pensando alla storia dell'umanità. Il vero scandalo è che ci siano milioni di americani che l'hanno votato e milioni di altri fans in giro per il mondo (Italia compresa) che si ispirino ai suoi "ideali" e ai suoi "valori".
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Con certi energumeni al governo e i sondaggi che dicono di quanto sia elevato l'apprezzamento degli italiani, non vedo perché sorprendersi se un cafone pregiudicato si comporti come tale in TV e venga (temo) persino pagato (o strapagato) per le sue squallide comparsate.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Grande Ronaldo, ma il portiere spagnolo ha sulla coscienza due goal su tre.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
A questo punto, si potrebbe anche fare una via Benito Mussolini. E, già che ci siamo, una Piazza Adolf Hitler. Anche loro sono grandi figure della Destra...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Peggiore di questa partita mediocrissima è stato soltanto lo "show" inaugurale: pessimo. Non si capisce davvero la ragione della presenza di quell'urlatore sgangherato, pescato in chissà quale steppa siberiana al quale hanno affibbiato un nome americano per fare moda, attorniato da qualche procace e promettente donzella indigena (?). Va bene che gli appassionati calciofili sono spesso di bocca buona in fatto di qualità artistiche, però...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Considerando che quasi più nessuno crede in un Dio (Pluto a parte), almeno nel nostro mondo occidentale, e che negli ultimi decenni, la vita e la speranza di vita hanno continuato ad allungarsi, mi pare ci sia qualcosa che non torna...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Atteggiamento puerile e patetico del governo italiano. Roba da bambini capricciosi che abbandonano la partita quando gli altri non fanno come vorrebbero. Roba da coprirsi di ridicolo per omnia saecula saeculorum...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
E con ciò?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Certi commenti su Mattarella, oltre ad essere ignobili e volgari, ci danno però la misura della distanza che ci separa ancora dai paesi civili d'Europa. Questo sì è un problema serio. Culturale, prima ancora che politico. E certo non facile da risolvere.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
A uno così, Salvini gli avrebbe dato il foglio di via imbarcandolo sul primo volo per l'Africa.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Mi chiedo perché non venga in mente a nessuno di proporre una nuova legge elettorale maggioritaria a doppio turno che garantirebbe stabilità e governabilità, ponendo fine a tante infinite sterili manfrine, ricattini, giochini, chiacchiere inutili, perdite di tempo e denaro. In Francia, funziona perfettamente da sessant'anni. Ah, già, si vede che il problema è proprio quello: funziona!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
L'algida Raggi si è dimostrata del tutto inadeguata al compito conferitole. Ma non credo che basti mandarla a casa per risolvere certi problemi. Nei paesi normali le cose funzionano diversamente. Vale a dire che se c'è una buca improvvisa in una strada, il cittadino qualunque telefona immediatamente in Comune e dopo mezza giornata la cosa è risolta. Se ciò non avviene, i cittadini scendono in piazza a prostestare. A quel punto, la buca incriminata viene rattoppata. E se non basta ancora, allora è il sindaco a essere incriminato. Nei paesi normali funziona così. La domanda da porsi è dunque molto semplice: perché ciò che altrove, perlomeno in Europa, è normalità quotidiana, in Italia sembra fantascienza?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Fortuna che i turisti arrivano in aereo e non in bicicletta. Però, che figura ragazzi!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Buttare le proprie responsabilità sugli altri (in questo caso il Presidente Mattarella) è una tipica manifestazione di infantilismo e di immaturità. Fin che si resta nella sfera privata, non succede niente, ma a certi livelli politici è un problema...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
A questo punto, si va diritti verso un governo balneare. Nella migliore tradizione democristiana. Ne valeva la pena?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Questo Conte non sarà un genio, ma ha dimostrato di avere più buon senso di tanti altri. Chiarissimo comunque il gioco di Salvini: andare il più presto possibile a nuove elezioni lucrando al massimo su una situazione drammatica. Un calcolo più da pizzicagnolo che da statista, ma l'Italia è questa e lui la conosce forse meglio di tanti altri professionisti della politica.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Fin troppo chiaro che a Salvini e Di Maio, fin dall'inizio, importava un'unica cosa: tornare a votare. E Salvini ha abilmente confezionato la trappola Savona per poter dire che è tutta colpa di Mattarella e della casta.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Sono anche loro creature del Signore. lasciateli vivere!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Al di là delle problematiche psicologiche e psichiatriche del Presidente USA, che comunque, checché se ne dica,non può fare tutto quello che vuole lui, la ragione di questo voltafaccia è abbastanza evidente. Gli USA spendono ogni anno per gli armamenti più di tutti gli altri Stati della Galassia messi assieme: oltre 700 (settecento) miliardi (miliardi) di dollari. Di questa manna beneficiano abbondantemente gli ambienti politico-militar-industriali che l'hanno eletto. Tutto questo mentre nessuno stato di questo mondo ha la minima intenzione di scatenare una qualsivoglia guerra contro una potenza del genere. A parte i marziani e gli alieni nessuno minaccia gli USA. Kim, come altri spauracchi (Saddam, Gheddafi, Kohmeini...) prima di lui, servono soltanto a giustificare le spese pazze. Per questo, il prode Donald si è affrettato a buttare all'aria il tavolo. Ha semrpe bisogno di un "nemico" credibile. Tutto lì...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Forse farebbero meglio a bandire cocaina, eroina, crack, marijuana e altre porcate assai più nocive e letali.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ti sbaglli, è un Lager.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Un democristiano senza esperienza alla guida di un governo pentaleghista al quale mancherà l'appoggio berlusconiano, non potrà andare lontano. Il buon senso suggerirebbe che un governo di transizione facesse rapidamente una nuova legge elettorale (De Gaulle e Malraux impiegarono tre settimane per varare la Quinta Repubblica!) e poi finalmente si andasse a elezioni in grado di produrre una maggioranza dal perimetro chiaro e riconoscibile e capace di governare per cinque anni. Ah, già, il buon senso, se manca quello... È come il coraggio di don Abbondio.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Confermata la "collocazione dell'Italia in Europa". Bravo. Anzi, temerario! C'era forse ancora qualcuno che pensava all'Africa?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Il fatto che un premier designato si sposti in taxi costituisca una notizia dà la misura di quanto l'Italia sia tuttora più simile a certi stati autocratici che a una normale democrazia europea.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Un corsettino estivo di inglese, francese o tedesco l'hanno fatto tutti. Ma nessuno si sogna di metterlo nel curriculum. Quel che conta sono la ricerca, le pubblicazioni e i riconoscimenti accademici internazionali. Il resto serve solo a rimpolpare un cv scarsino...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Qualcuno dovrebbe forse spiegare ai due statisti pentaleghisti che il nome del premier lo decide il Presidente della Repubblica...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Se questi sono gli idoli di un certo mondo e di una certa gioventù...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ma è colpa dei fratelli furbetti o dell'Amministrazione che non funziona? Furbetti o meno, in qualsiasi paese europeo una cosa del genere non potrebbe mai verificarsi...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
E pensare che ci sono poveri innocenti con nomi tipo Kevin, Brian, Illian, Mael, Eluan, Jonathan, Nathaniel, Falco, Chanel e altre idoizie del genere...
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Prima della Repubblica italiana, c'era il Regno d'talia, prima del Regno d'Italia c'erano il Regno di Sardegna, il Regno delle due Sicilie, lo Stato Pontificio, il Lombardo-Veneto sotto l'Austria, il Granducato di Toscana, ecc. ecc. Prima di tutto ciò, c'erano le Signorie, prima delle Signorie, i Comuni, prima dei Comuni, i regni barbarici, prima dei barbari, l'Impero romano, ecc. ecc. E allora? Vuol forse dire che l'Italia, erede dell'Impero romano, può legittimamente rivendicare la Francia, la Spagna, il Portogallo, la Romania, il Nordafrica e altro ancora (compresa la Palestina), in nome di un diritto storico su tali territori? Idiozie! E si potrebbe continuare. Prima degli Stati Uniti, c'erano gli Indiani, e prima di loro chissà chi? E allora? L'impero coloniale francese e quello britannico avevano il possesso di mezzo mondo. E allora? Dobbiamo restituirgli Algeria, Tunisia, Marocco, Senegal, Kenia, India, Pakistan e via discorrendo? Ci mancherebbe altro! E sarai d'accordo con me, Dunque, se capisco bene, l'unico diritto storico riconosciuto e riconoscibile, per volontà divina, sarebbe il vostro? Ma mi faccia il piacere, direbbe Totò.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 125 commenti
con 122 commenti
con 91 commenti
con 72 commenti
con 68 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP