apriap

Martedì 30 Novembre, 00:00
Hai ragione ed è strano, ho colleghi con figli che vengono tempestati di questi messaggi proprio su whatsapp. Povera piccolina e povera famiglia, non so dove troveranno la forza di andare avanti, al contempo gli auguro di trovarla.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Tu hai ragione, al contempo sono anni che si consiglia di osservare nelle foto "sbagliate" eventuali anomalie nel riflesso retinico, che possono interessare anche gli adulti. Una fotografa professionista che fa foto come quella dell'articolo dovrebbe essere pagata in arachidi ammuffite, eppure stavolta ha messo a segno uno splendido colpo.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Sarebbe divertente se la povera bestiola non fosse in una specie di piscina da giardino, senza contare che non trovo niente di "goffo" nella sua andatura, considerato quanto sia magnifico osservare i pinguini in acqua, nella danza veloce e bellissima del loro nuoto.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Parole chiave: "pascolo" e "verde naturale montano". Non Piazza Conca d'Oro! Non Corso Trieste! Non il Muro Torto, dove se vai sulla corsia di sorpasso rischi di schiantarti contro una pianta che ha invaso la carreggiata! Pascolo, non città!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Sai di cosa parli quando menzioni Scozia e Nord Inghilterra? Stiamo forse parlando di città metropolitane? O pensi che le pecore pascolino nel centro di Edimburgo? E lo sai cos'è lo Schlosspark, dove a Berlino hanno introdotto qualche pecora? E soprattutto, vuoi tornare alla Roma di duecento anni fa, quando Piazza Barberini e Via Veneto non esistevano e c'erano gli orti dei Frati Cappuccini e delle famiglie nobili? Roma è un po' cambiata, fatti un giro, magari cambi idea.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Guarda che il latte non si munge, pastorizza e imbottiglia da solo. Vuoi vedere anche le pastorelle al lavoro sulle aiuole di Corso Trieste?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Magari tu scherzavi, invece alle mucche hanno pensato per davvero... Sai le risate che si stanno facendo all'estero alle spalle nostre?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Benedetto il cielo... so per esperienza diretta che la fisioterapia prevede un contatto fisico molto intenso e potenzialmente imbarazzante, il/la professionista deve avere grande sensibilità e rispetto. Se il mio (mitico, bravissimo) fisioterapista m'avesse appoggiato le pa**e addosso o infilato una mano da qualche parte, secondo voi, ci sarei tornata?!? Lui è un porco, ma lei ha sottostato "frequentemente" a comportamenti inaccettabili. Eccheccavolo, sveglia!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Neanche io avevo colto ironia nel suo commento. Forse dovrei chiederle: ma le conosce LEI le finezze della comunicazione?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Meschino. Riduciti così, poi avrai diritto di aprir bocca.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
No, il postribolo √® da anni presso il cimitero monumentale del Verano. Pi√Ļ belledinotte l√¨ che sulla Salaria.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Guarda che il divano, la TV e la lavatrice che ho visto personalmente lasciare davanti ai cassonetti in pieno giorno sono stati mollati da italianissimi e civilissimi romani e residenti... Questi non li conti?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Insieme ad altre imbarcazioni e pontoni che ruppero gli ormeggi, il Tiber II della Tourvisa si schiantò contro Ponte Sant'Angelo il 12 dicembre 2008, quando ci fu l'enorme piena del Tevere. Fu dura disincagliarlo e toglierlo di mezzo, fu anche modo per Bertolaso (ve lo ricordate?) di fare qualche dichiarazione memorabile. Dieci anni e tre sindaci (nonché altrettanti colori politici) dopo, sta ancora lì. Roma? Da romana che ci vive, dico che Roma è Marcia. E produce marciume politico.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Forse perché in altre città non è così frequente che ad un bus si sfondino i vetri per il rimbalzo su una buca, o che si rischi la testa perché si staccano pezzi di carrozzeria dentro e fuori. L'età e le condizioni dei mezzi e delle strade di Roma sono una realtà unica nel nostro paese, non foss'altro perché parliamo della capitale.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Faccio notare quanto si vede nelle immagini, ossia il passaggio di uno dei tantissimi "open top" che hanno di fatto rimpiazzato i mezzi pubblici a Roma. Una volta ne esistevano due, entrambi Atac, il "110 Open" e lo splendido "archeobus", li ho presi spesso anch'io quando avevo tempo e modo di fare la turista nella mia città. Sotto Alemanno furono soppressi e rimpiazzati da una pletora di privati: alle fermate di Barberini e Tritone puoi aspettare un 80 o un 63 anche mezz'ora e oltre, guardando passare nel frattempo anche 7 o 8 di questi mezzi turistici, anche in pieno inverno, in genere vuoti o semivuoti perché l'offerta supera di gran lunga la domanda. Questa è Roma oggi: se vuoi, ti puoi fare un bel giro su mezzi che costano anche 25 euro per un biglietto giornaliero. Andare al lavoro o tornare a casa, beh, quella è un'altra storia. L'83 su cui ho viaggiato oggi è un miracolo se non si è aperto in due, si teneva con lo scotch....
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Mi corre l'obbligo di precisare che il personaggio di Abby NON ha mai preparato un caffè al capo, è piuttosto Gibbs che la pompa di enormi bicchieri di una cosa che suona come "caff-pao" (?), da cui Abby è dipendente. Così, tanto per la precisione.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Bingo! 70 righe totali! Hai un sacco di tempo libero, eh?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Frank, avevi un momento libero? Caspita, 30 righe, complimenti.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Se il suo primo pensiero è di sbattere la vincita sui social, appena lo riconosceranno (e lo riconosceranno...) i soldi PUF!! Ciao ciao! Al suo posto stavo di basso, bassissimo, infimo profilo, poi PUF! lo facevo io e sparivo!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Mi sorge un dubbio. Quando aprirono la B1, la frequenza fu subito un disastro anche per la B da Bologna a Rebibbia perché smezzavano i pochi treni che avevano, due-tre verso Rebibbia contro uno verso Conca d'Oro. Non è che su questa nuova linea hanno dirottato qualche convoglio delle altre, a cui peggiorerà il servizio? Se queste sono le frequenze, sospetto che non abbiano comprato treni nuovi, bensì saccheggiato le vecchie linee.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Se la gente vuole vedere i "reperti archeologici", consiglio di prendere un qualsiasi autobus di superficie, sotto qualche sedile puoi trovarci la mummia di un gladiatore. Belli, poi, tutti quelli che in giorno feriale e orario d'ufficio/di negozio possono permettersi una "gita" alla nuova metro. Ma c'è qualcuno che lavora in questo paese??
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Quanto la B1. E' sfondata da un pezzo e ha cinque anni di vita.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Trovati accollata la paternità di un figlio non tuo con il paese che è piccolo e la gente che mormora e tutte le conseguenze del caso, compresa magari una compagna che ti tira in testa tutti i piatti del servizio buono e ti butta fuori di casa, e tu non hai fatto niente di male... poi vedi se il problema ti sembrerà "non vero"!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
No, che pena per il figlio. E basta.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
In questo caso, l'esperienza di una persona pubblica di una certa simpatia e buon talento può essere di conforto a chi si trova nella stessa situazione. Condividere può essere un'iniezione di coraggio.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Il bello è che in una certa qual misura hai proprio ragione. Fare l'"influencer", benché sia la vendita del vuoto pneumatico, comporta intelligenza e conoscenza approfondita dei meccanismi dei social, niente affatto banali. E Fedez, beh, a chi piace... Insomma, inutile prendersela con loro, a dargli tutta questa importanza sono quelli che gli vanno dietro.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Staccare spina e cavo d'antenna sarebbe persino meglio, visto che, in caso di temporali, le TV non sono immuni da potenti scariche elettriche. Ne parlo con cognizione di causa, visto che "mi è entrato un fulmine in casa", anni fa, perdonerete l'improprietà dell'espressione, comunque ne ebbi due TV bruciate. Non andarono a fuoco, per fortuna, comunque l'elettronica si fuse e il cavo si carbonizzò. Molto, molto pericoloso.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ma dov'è finito Bassanini? Quello della semplificazione, delle autocertificazioni, quello che gettò le basi per l'identità digitale... Con Bassanini rischiammo seriamente di entrare nel terzo millennio, adesso siamo tornati in pieno nel diciottesimo secolo.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Bravo, mi sei piaciuto!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Squallidi commenti, che eludono un dato fondamentale: i paesi in cui la condizione della donna è catastrofica sono in numero impressionante e molto spesso non sono di religione mussulmana. Da donna, mi angoscia sapere quante donne al mondo vivano esistenze piene di violenza e povere di speranza. Invito anche a riflettere quanti italiani si siano resi responsabili di femminicidio, anche la nostra cultura non è certo immune dall'ottusità e dalla brutalità.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 125 commenti
con 72 commenti
con 61 commenti
con 61 commenti
con 48 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP