volterra

Martedì 30 Novembre, 00:00
Certe cose accadono nei Paesi sottosviluppati. Cambia il governo e si sospendono lavori pubblici, vengono cambiati gli obiettivi. La Francia ha ragione; la Francia poteva anche decidere di non realizzare la tratta di sua competenza se avesse saputo che dall'altra parte del confine non vi sarebbe stata la rete ad Alta Capacità. Facciamo la solita figura degli italiani: ondivaghi, voltagabbana, inaffidabili e buffoni.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
L'articolo testua: "Se la coppia dovesse essere presa dalla polizia dovrebbe rispondere di pesanti reati: sequestro di persona e rapina". Quanto affermato è auspicabile ma sappiamo tutti che laddove venissero identificati e fermati nel giro di poche ore sarebbero in circolazione.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
La colpa √® del modo in cui si lavora. Chi lavora √® sempre pi√Ļ assorbito e gravato da compiti e responsabilit√† che obnubliano la mente. La parte datoriale ci impone sul posto di lavoro una competizione aggressiva, i dipendenti delle aziende diminuiscono sovraccaricando i "fortunati" che restano e causa lo stress rimane poco per la vita privata. Lui ha dimenticato la figlia - certo - ma quante cose, gravi ma non esiziali, dimentichiamo mentre lavoriamo?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Poracci, poracci!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Un modo goffo e sbrigativo di corteggiare ma, si sà, i giovani sono irruenti e vogliono tutto e subito. Verosimilmente aveva intenzioni serie ed avrebbe chiesto la sua mano ad horas per impalmarla.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Un richiedente asilo? Pakistano? Ma forse voleva solo sposarla?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Fino ad oggi i governanti ed i legislatori ci hanno imposto - di fronte a questi accadimenti - il ruolo di spettatori. Spettatori costretti a prendere atto della presenza sul territorio nazionale di soggetti "con precedenti e senza fissa dimora" praticamente intoccabili, che reiterano reati contro il patrimonio e la persona; che entrano ed escono dalle porte girevioli del carcere e continuano a colpire i cittadini onesti ed operosi.Sper che il nuovo governo riesca ad imprimere una svolta autoritaria e che riesca allontanare dall'Europa chi non può, non sà - e quindi non deve - coesistere con la nostra società.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
La vettura avrà avuto una targa? non sarà difficile rintracciare il conducente che, a sua volta, dovrà far sapere chi lo accompagnava. Oltre al reato di aggressione, violenza e lesioni il comportamento dei due integra il reato di interruzione di pubblico servizio. Mi sembra che ci siano tutti gli elementi per far trascorrere un periodo tra le sbarre ai due giovani esuberanti.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
...e se esce cià la scorta.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Tutta gente che sta bene in galera (nonno compreso). In galera vivono bene, sono tranquilli, non si drogano, non hanno pensieri, fanno pensione completa. E' quando escono che non si relazionano bene e non riescono a coesistere con l'ambiente circostante. Lo dico con piena convinzione: le cose andrebbero meglio soprattutto per loro se rimanessero in galera anche dopo la eventuale espiazione della pena. Che escono a fare? Mica hanno impegni di lavoro.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Adesso piagne. Poraccio, rimannatelo a casa.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ok, ha difeso la donna. E il bar chi lo ha distrutto? La deposizione di costui è un oltraggio al magistrato inquirente ed alla società civile. Il magistrato prenda buona nota.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Santopadre, dia retta, ascolti il consiglio di una persona disinteressata perchè atea: occupi le sue energie per la tutela ed il governo dei suoi fedeli cattolici. Glielo dico con il il massimo rispetto per la sua missione e persona.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ormai queste vicende non fanno pi√Ļ notizia.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Forse ti sfugge che la ragazza voleva vivere in Italia, da italiana, con un ragazzo italiano. Bisogna allontanare con ogni mezzo chi non intende integrarsi ma favorire chi si vuole adeguare al nostro "way of life". Era una bella ragazza che vestiva all'occidentale (a capo scoperto) ed anche per questo è stata eliminata.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Meno male che è in mano dei francesi che sapranno ben governarlo (in carcere). Avesse fatto una cosa del genere in Italia stava già fuori.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
SI deve vergognare questo Stato che non è in grado di tutelare concretamente i propri pubblici ufficiali.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Perchè i romani no? Perchè il barista romeno ha dovuto combattere e lottare per raggiungere la sua posizione e regalare quattrini a dei balordi di periferia non è tollerabile per lui. Forse i balordi pensavano che essendo straniero avrebbero trovato terreno facile. Devo affermare di avere una grande ammirazione per questo onesto esercente romeno. Si dovrebbe prendere in considerazione la concessione della cittadinanza italiana, laddove lo stesso fosse interessato. Gli auguro ogni bene e successo per la sua attività. Grazie di cuore per aver denunciato il fatto. E i parassiti......... in galera dopo il completo e ridondante ristoro dei danni.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
In italia si vedono solo nei ristoranti all'aperto ma esistono gli sterminainsetti elettrici a raggi UV che eliminano il problema di mosche, zanzare e tafani nel raggio di circa 60 mq negli ambioenti come stalle; costano sui 40 euro ad unit√† ed un apparato copre circa 60 mq. In Germania li ho visti in molte stalle ed arrecano un grande sollievo soprattutto agli animali che non sono pi√Ļ costretti a dimenarsi per allontanare gli insetti. Saluto con soddisfazione la sentenza emessa dal TAR.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
"arresto di due giovani nigerani richiedenti asilo"; mi permetto di classificare costoro "delinquenti nigeriani". Ma mi sembra di leggere nella pregiata narrazione di Domenico Zurlo una rassegnata accettazione del problema come un fatto scontato, ineludibile e derubricato in "nigeriani, richiedenti asilo, ecc." ergo legibus soluti. Ma mi permetto di dissentire; la situazione la hanno ben compresa tutti innanzitutto degli italiani che - a ragione - hanno votato Salvini ed il centrodestra e che si aspettano un governo che restituisca rispetto ed autorevolezza alle FFOO e l'allontanamento immediato ed effettivo delle persone indesiderate, senza ricorso al tribunale ed al gratuito patrocinio. Persone così non hanno diritto ad una seconda possibilità; vanno cacciati ad horas dall'Italia e dall'Europa.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Come al solito un pugno di privilegiati (in quanto detentori di una occupazione retribuita) blocca un servizio di trasporto pubblico danneggiando Compagnie aeree e soprattutto viaggiatori. Andiamo avanti così che il PIL sta crescendo; un era radiosa sta per affacciarsi in Italia..
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Qualcuno all'ATAC si chiede come mai certi inconvenienti accadono solo nell'area di Roma? Ormai tutti hanno capito che sono in atto dei sabotaggi degli automezzi; resta da capire chi è il responsabile che certamente è qualcuno che lavora nei depositi ATAC o, in via subordinata, nelle officine di riparazione e manutenzione. I cittadini lohanno capito, l'ATAC ancora no (o forse stanno facendo una indagine interna?).
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Intanto bisogna tenerli in galera, poi fargli risarcire fino all'ultimo centesimo i danni cagionati attingendo dai patrimoni di famiglia, poi fargli rimborsare una congrua somma (per il disturbo) alle vittime delle percosse, dopodiché fargli trascorrere un prolungato periodo di detenzione che non servirà per riflettere (certa gente non possiede tale facoltà) ma solo per impartire una severa punizione.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Che strazzio co' sta' storia. Ma basta; erano tutte maggiorenni consenzienti. Ma questi magistrati non hanno niente di meglio di cui occuparsi?
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Ma....ha fatto una battuta che voleva essere comica o........ deve farsi vedere da uno bravo? Mo je lo dà Salvini e il centrodestra il posto nel CdA.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Assolutamente d'accordo. Uno Stato che non punisce chi oltraggia e ferisce i propri agenti e rappresentanti è uno Stato imbelle e destinato a soccombere. Non può essere che chiunque nelle scuole, nei commissariati, negli ospedali ponga in essere comportamenti violenti e l'esito sia la solita denuncia a piede libero. Ripristino della galera vera per chi non si sa comportare. Ma dobbiamo aspettare che un governo forte cambi le norme, a tutela dell'energumeno di turno, attualmente vigenti.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Verso la fine degli anni 70 - in questo periodo - quando ero ragazzetto la nostra "droga" erano le fave col pecorino. Si andava con una allegra brigata in una fraschetta ai Castelli e si passava il sabato pomeriggio in allegria con il vino di Frascati o di Olevano; l'oste forniva il pane e il prosciutto tagliato a mano. Che sballo!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Meno male che ve siete svejati!
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Un dilemma comune. Quando ti rivolgi all'idraulico, all'elettrauto, ad un artigiano che fai, gli chiedi la ricevuta? Poi se in futuro hai bisogno di un ulteriore intervento o ti bastona o non viene. Quanto alla reazione disperata della Signora forse è l'unico modo - certamente originale ma illegale - per ottenere la ricevuta fiscale da un artigiano.
dalla notizia:
Martedì 30 Novembre, 00:00
Il Procuratore della Repubblica sicuramente aprirà un fascicolo a carico del carabbignere feritore. Non sta bene sparare sui ladri; non siamo mica nel selvaggio west. Qui dobbiamo essere demokratici e garantisti soprattutto nei confronti di chi delinque che è un soggetto svantaggiato di cui "occuparci" per mezzo di belle cooperative sociali. La vittima della sparatoria dovrà necessariamente ricorrere (gratuito patrocinio ovviamente) nella opportuna sede giurisdizionale, per veder riconosciuto il suo diritto ad un equo indennizzo per le ferite riportate a seguito della improvvida reazione dei militi dell'Arma.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 127 commenti
con 79 commenti
con 61 commenti
con 56 commenti
con 49 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP