Viaggiare rende davvero felici: meglio che innamorarsi, sposarsi o avere figli. Una ricerca spiega perché

Lunedì 21 Gennaio 2019 di Luca Calboni
Viaggiare arricchisce

Viaggiare aumenta la conoscenza, la cultura e anche la nostra felicità. E non è una gioia momentanea, anzi: un viaggio regala una sensazione che dura molto più a lungo di altre esperienze considerate importantissime nella vita di una persona. E finalmente è arrivata anche una prova scientifica: viaggiare significa felicità duratura.

Bambino nel pozzo, rallentano gli scavi per salvare Julen: serviranno almeno altri due giorni

Secondo uno studio dal titolo "A Wonderful Life: Experiential Consumption and the Pursuit of Happiness" (Una vita bellissima: consumo esperenziale e la ricerca della felicità) pubblicato dal Journal of Consumer Psychology conferma che viaggiare porta moltissimi vantaggi, a cominciare da una maggiore energia, che viene riportato dal 94% degli intervistati. E il 70% del campione sottolinea che spendere in viaggi rende molto più felici che acquistare qualsiasi altro bene. 

Migranti, il post choc dopo la strage le costa caro: «E per altri 117 la pacchia è finita»

Sono state 17.000 le persone coinvolte nell'indagine, provenienti da 17 paesi diversi: per molti, viaggiare dona sensazioni più forti anche di un matrimonio o della nascita di un figlio. Quindi il viaggio è si una esperienza costosa, ma una di quelle che arricchiscono di più sul lungo periodo il patrimonio personale e culturale.

Ultimo aggiornamento: 12:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Più pulito della barba umana», è la rivincita del manto canino

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma