X-Factor, domani prende il via la gara: giudici agguerriti. C'è Fedez da battere

La competizione entra nel vivo con le squadre di Ambra, Rkomi e D'Amico, per gli scommettitori la favorita è Riverditi

X Factor, domani prende il via la gara giudici agguerriti: c'è Fedez da battere
di Mattia Marzi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Ottobre 2022, 07:40 - Ultimo aggiornamento: 13:37

Ai provini, quest'estate, si sono presentati in 5mila. Sul palco ne sono arrivati solamente 12. A partire da domani sera si sfideranno per sette puntate, in onda ogni giovedì alle 21.15 su Sky e in streaming su Now (in replica il mercoledì successivo su TV8), per conquistare il premio finale: un contratto discografico con Sony Music. Il vincitore lo riceverà l'8 dicembre prossimo al termine della finale, che sarà ospitata dal Forum di Assago, a Milano.

Boris da mercoledì su Disney +, la rivoluzione in tv con ironia e cinismo

X-Factor, parte la gara tra i giudici

La sedicesima edizione di X Factor entra nel vivo con la partenza dei live (tenuti idealmente a battesimo da Elisa, ospite della prima puntata nella terza ci sarà invece Yungblud, rockstar britannica da 3,5 miliardi di stream globali). Se il tavolo dei giudici nelle ultime edizioni aveva abbondato tanto, forse troppo, nel volemose bene, l'edizione di quest'anno si preannuncia come un ritorno allo spirito competitivo degli esordi. Fedez, Ambra Angiolini, Dargen D'Amico e Rkomi, che siedono dietro al bancone dei giudici del talent condotto dall'ex vincitrice Francesca Michielin, sono pronti a darsi battaglia. La parola gara viene pronunciata più volte nel corso della conferenza stampa (si è svolta ieri al Teatro Repower di Milano, che ospiterà le puntate): «Quel tavolo è una trincea. Lo spirito competitivo esce, prima o poi. I miei colleghi sono un po' democristiani, come tutti quelli alle prime armi», dice Fedez. Rkomi risponde: «Io non sono tanto calmo. Anzi, aspettate che arrivi al tavolo e divento una iena. La sto vivendo molto intensamente e voglio lasciare ai miei concorrenti qualcosa di importante, più grande della vittoria». Ambra che ironizza sulla scelta del ministro Bernini di usare la sua T'appartengo nelle storie su Instagram condividendo il video del giuramento: «Era una bella cosa, peccato l'abbia tolto» sceglie di mantenere un profilo basso: «Quando mi sottovalutano poi in genere vinco». Più ambizioso Dargen D'Amico: «Voglio essere un acceleratore di risultati». È chiaro, l'uomo da battere è Fedez: «Morgan è stata la persona che mi ha insegnato a fare tv. Il primo anno mi diceva: Quanto prendi per fare il giudice? Per arrivare al mio cachet devi aggiungere al tuo uno zero. Alla fine dell'ultima puntata gli dissi: Ti ricordi quello zero? Ora è mio» ricorda.

Dargen D'Amico: «Sono un truffatore, suono e comunico ma non mi capisco»


La cover


Della sua squadra fa parte la favorita per la vittoria per gli scommettitori: è la 19enne Linda Riverditi, dalla provincia di Cuneo, che ai provini ha commosso i giudici con la sua cover di Coraline dei Maneskin (piaciuta anche a Damiano David). Dietro di lei nell'ordine la 26enne Lucrezia Maria Fioritti (da Bologna, nella squadra di Ambra) e al 25enne Matteo Orsi (da Roma, scelto da Dargen). Ma cosa significa avere l'X Factor nel 2022? I giudici si guardano tra di loro. Passano decine di secondi prima che qualcuno si faccia avanti per rispondere. Ci prova Dargen: «Il compito di accentrare le necessità musicali del polo italiano», dice. Gli altri applaudono.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA