Walter Nudo a Verissimo: «Con l'ictus presi l'aereo, che stupidata. Ho pensato a Frizzi»

Sabato 25 Maggio 2019 di Emiliana Costa
Verissimo, Walter Nudo: «Con l'ictus ho preso l'aereo, che stupidata. Ho pensato a Frizzi»

Walter Nudo e i tragici momenti dell'ictus a Verissimo. L'ex gieffino ha raccontato a Silvia Toffanin quegli attimi interminabili. «Ero a Los Angeles e ho sentito un dolore. Mi sono sdraiato sul letto e ho sentito un puff nell'orecchio. Ho pensato fosse qualche nervo. Sudavo freddo. Mi sono accorto che non riuscivo a parlare bene e ho cercato di pronunciare uno scioglilingua...». E continua: «Poi ho tentato di fare yoga. Ma i due ictus che mi avevano colpito il cervelletto avevano toccato l'equilibrio. Ma non volevo credere che fossi così grave, così sono andato in ospedale da solo, sicuro che si trattasse solo di un nervo. Lì i medici mi hanno detto che avevo avuto due ictus causati da un problema cardiaco congenito. Mi dovevo operare. Ma ho fatto una stupidata. Volevo tornare a Milano, negli Usa non avevo nessuno. Così non ho detto niente ai medici e la sera ho preso un aereo. Non lo fate. Appena il velivolo si è staccato da terra ho ricominciato a sudare freddo. Ho cercato di tranquillizzarmi. Alla fine sono arrivato a Milano e sono andato in ospedale».

Walter Nudo dopo l'ischemia: «Ho pensato di morire, in quel momento ho sentito vicino Frizzi»

Walter Nudo di nuovo in forma, eccolo mentre passeggia dopo la paura per l'operazione

E conclude: «Ora sto meglio. Ma l'ictus è psicologico, hai sempre paura che torni. In questo periodo ho pensato a Fabrizio Frizzi. Lui, malato, è tornato a lavorare, perché voleva tranquillizzare i fan. L'amore del pubblico ha commosso anche me».

Ultimo aggiornamento: 17:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma