Stasera in tv, oggi giovedì 14 ottobre su La 5 «Il diario di Bridget Jones»: curiosità e trama del film con Renée Zellweger

Stasera in tv, oggi giovedì 14 ottobre su La 5 «Il diario di Bridget Jones»: curiosità e trama del film con Renée Zellweger
3 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Ottobre 2021, 16:37 - Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 16:31

Stasera in tv, giovedì 14 ottobre, andrà in onda su La 5 alle 21:10 il film «Il diario di Bridget Jones» del 2001. Opera prima della regista inglese Sharon Maguire. Tra i protagonisti Colin FirthRenée ZellwegerHugh Grant.

La pellicola è tratta dall’omonimo romanzo di una giornalista inglese, Helen Fielding, pubblicato nel 1996 e subito diventato un best-seller, venduto in oltre 30 paesi.

Uomini e Donne, Gemma lascia il programma? Parteciperà a un reality: ecco quale

La trama

Bridget Jones, interpretata da Renée Zellweger, è una trentenne in lotta con il proprio peso, l’'età che avanza, un lavoro quasi mai gratificante, mille imperfezioni e, soprattutto, l’assoluta incapacità di trovare il fantomatico “principe azzurro”. Con il nuovo anno Bridget ha deciso di dare un taglio al passato e di iniziare una nuova vita. E le cose, all’inizio, sembrano davvero procedere per il verso giusto. Il suo capo si accorge finalmente di lei e, udite udite, tra i due inizia una sorta di relazione. Ma poi il destino ci mette del suo e per la povera Bridget iniza una girandola di bizzarre avventure. Riuscirà la nostra eroina a trovare il vero amore?

Gf Vip, regia lascia microfoni aperti per errore: «Massa di imbecilli e cerebrolesi». Concorrenti increduli

Curiosità

«Il diario di Bridget Jones» nasce il 28 febbraio del 1995 come rubrica fissa della giornalista Helen Fielding, sul quotidiano britannico The Independent. Con sarcasmo, la scrittrice descrive ogni settimana il punto di vista di una donna sopra i trent'anni, single, che cerca amore e stabilità in un mondo post-femminista. La rubrica ha avuto un tale successo che diventò un romanzo nel 1996. Il risultato fu sorprendente: il libro vendette più di 10 milioni di copie in tutto il mondo nei primi sette anni.

Bridget Jones diventò così un fenomeno culturale mondiale, per la prima volta un personaggio di fantasia simboleggiava problemi e aspirazioni delle donne del tardo XX secolo. I produttori del film Tim Bevan e Eric Fellner ne riconoscono il potenziale prima ancora che diventi un bestseller: solo durante la lavorazione le vendite salirono a 4 milioni di copie. Dopo un anno e mezzo di ricerche, Helen Fielding propose di affidare la regia a Sharon Maguire, con una lunga esperienza nel campo dei documentari ma esordiente su un lungometraggio.

Amici 2021, Veronica Paperini nella bufera: l'ex marito Fabrizio Prolli difende l'insegnante sui social

© RIPRODUZIONE RISERVATA