Tv, da Totti a Muccino e Pekin Express: Sky punta su serie e show

Martedì 21 Luglio 2020 di Ilaria Ravarino
Speravo de morì prima

È Francesco Totti la star del palinsesto di Sky, presentato in una conferenza stampa in diretta streaming: arriverà infatti nel 2021 l’attesa serie tv tratta dalla sua autobiografia, con Pietro Castellitto nel ruolo del calciatore, dal titolo provvisorio "Speravo de morì prima". Dedicata agli ultimi due anni di carriera del “Pupone”, la serie – nel cast anche Greta Scarano nei panni di Ilary Blasi – è il secondo progetto che Sky dedica a Totti dopo il documentario Mi chiamo Francesco Totti, in programma alla prossima Festa del Cinema di Roma.
 

«Il documentario di ottobre è complementare con la serie tv che stiamo girando adesso – ha detto Nicola Maccanico, vicepresidente esecutivo per la programmazione di Sky Italia – Nel documentario illustriamo la storia di un grande sportivo che farà battere il cuore agli appassionati. Nella serie raccontiamo l’uomo, un italiano per bene che ce l’ha fatta nella vita. Il nostro paese deve saper esaltare i suoi eroi. E lo dico sinceramente, da juventino». Nel comparto seriale di Sky anche Gabriele Muccino, che inverte la rotta passando dal grande al piccolo schermo, debuttando alla guida del progetto (e alla regia dei primi due episodi) di una serie tv in otto puntate ispirata al suo A casa tutti bene, saga familiare ambientata nel cuore di Roma le cui riprese inizieranno in primavera. Lanciato ieri a sorpresa durante la presentazione del listino della prossima stagione di Sky, il nome di Muccino «è stato da sempre un mio obiettivo – ha detto Nicola Maccanico, vicepresidente esecutivo per la programmazione di Sky Italia – perché grazie alla sua capacità di raccontare le famiglie italiane e le emozioni è da sempre un punto di riferimento per il pubblico. La critica non lo riconosce? La gente sì. E Gabriele è la dimostrazione che per fare grandi numeri non serve essere sciatti. Anzi»
 

IL PROGRAMMA


Nella squadra Sky dal 14 settembre la serie gialla in quattro puntate Petra, dai best seller di Alicia Giménez-Bartlett, con Paola Cortellesi, e da ottobre We Are Who We Are di Luca Guadagnino, storia di due adolescenti americani in una base militare italiana. Sempre in autunno sarà la volta di Romulus, epico racconto sulla nascita di Roma diretto da Matteo Rovere, della commedia Cops – Una banda di poliziotti di Luca Miniero con Claudio Bisio, e di due nuovi episodi de I delitti del Barlume. Nel 2021 toccherà allo storico Domina, dramma femminile sull’Antica Roma narrato dal punto di vista di Kasia Smutniak/Livia Drusilla, alla quinta stagione di Gomorra e ad Anna, serie distopica scritta e diretta da Niccolò Ammaniti. Nel “pacchetto” delle serie tv e dei film anche le migliori produzioni Warner e HBO: tra le serie in arrivo The Undoing – Le verità non dette con Nicole Kidman, il remake di Perry Mason, la quarta stagione di Fargo, la seconda di Yellowstone e la miniserie Lovecraft Country. Già assorbiti negli Stati Uniti dalla piattaforma di proprietà HBO Max, in Italia i prodotti HBO e Warner resteranno sul telecomando Sky almeno fino al 2024: “Il rapporto con loro è stabile e remunerativo. Nel resto del mondo si stanno definendo le squadre, e la nostra funziona. Vedremo come andrà nel lungo periodo: ora siamo a inizio campionato, non farei calciomercato”. Di mercato, invece, si parla apertamente nel settore dell’intrattenimento, dove Sky ha messo a segno lo scippo di Pechino Express – ora diventato Pechin Express, come da format originale – sfilato alla Rai con “un accordo per più anni. Sono felice di tornare a investire su un programma di alto livello, che si sposa con i nostri valori mettendo insieme sociale, culturale e intrattenimento”. Incerta la presenza di Costantino Della Gherardesca come conduttore: “Stiamo ancora lavorando per far funzionare il format al massimo. La nostra ambizione è passare da un attacco a due punte, con X Factor e MasterChef, a uno a tre punte con Pechin Express”.
 

CONFERME E NEW ENTRY


Confermate le nuove stagioni di MasterChef, 4 Ristoranti, Family Food Fight, Antonino Chef Academy, Italia’s Got Talent e X Factor, con Alessandro Cattelan dal 17 settembre nel ruolo centrale di conduttore e produttore: “Siamo sicuri di avere grandi talenti sia dietro che davanti al tavolo di XFactor. L’abbiamo realizzato in pieno lockdown e vorremo che questa edizione rappresentasse la nostra capacità di superare il momento difficile e tornare, grazie alla musica, alla normalità”. Al cinema per tre giorni (il 9,10 e 11 novembre) su Sky Arte arriverà il documentario Pompei, Eros e mito, viaggio indietro nel tempo di duemila anni, narrato da Isabella Rossellini e diretto da Pappi Corsicato, sui personaggi centrali nella storia della città campana. Sempre su Sky Arte torneranno i gialli di Carlo Lucarelli, declinati però in una chiave fantastica e trasversale: quella delle fiabe, nelle otto puntate di Favole Noir, viaggi avventurosi nella vita degli autori delle fiabe, nei fatti di cronaca che le hanno ispirate e nei costumi delle epoche in cui sono state pensate. Per lo sport, dopo la conclusione di tutti i campionati (Premier League il 26 luglio e Serie A il 2 agosto), su Sky il calcio europeo riprenderà con le fasi finali della stagione 2019-2020 di UEFA Europa League e UEFA Champions League, prima della ripartenza con la Serie A (7 incontri su 10 ogni turno live sui canali Sky), Premier League e Bundesliga. Tutto in attesa dell’evento calcistico dell’estate 2021: gli Europei, in programma dall’11 giugno all’11 luglio prossimi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA