Sanremo Giovani: Yuman, Tananai e Matteo Romani promossi fra i Grandi da Amadeus. Chi sono. Tommaso Paradiso co-conduttore?

Intanto gli altri 22 concorrenti presentano i propri brani in gara dal 1° al 5 febbraio: da Emma (commossa) e Iva Zanicchi fino all’applauditissimo Gianni Morandi

Sanremo Giovani: Yuman, Tananai e Matteo Romani promossi fra i Grandi da Amadeus. Chi sono. Tommaso Paradiso co-conduttore?
di Mattia Marzi
4 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Dicembre 2021, 09:49

L’ultima volta che un vincitore di Sanremo Giovani si ritrovò subito catapultato in mezzo ai big in gara al Festival di Sanremo, gli andò di lusso. Era il 2018. Mahmood vinse con Gioventù bruciata e un paio di mesi dopo, ancora sconosciuto, con la sua Soldi la spuntò a sorpresa tra i “grandi”, scippando il trofeo al già affermatissimo Ultimo proprio sulla linea di arrivo. In pochi mesi fu pioggia di Dischi di platino e di hit.

A febbraio – il Festival si svolgerà dal 1° al 5 – il cantautore milanese tenterà il bis con Brividi, portando con sé all’Ariston la rivelazione Blanco: per gli scommettitori la loro vittoria è quotatissima. Chissà che stavolta i ruoli non si invertano e che a sollevare la statuetta del leone non sia, alla fine, proprio uno dei tre vincitori di Sanremo Giovani 2021: a staccare gli ultimi tre biglietti disponibili per l’Ariston, ieri sera, durante la finale in prima serata su Rai1 dal Teatro del Casinò di Sanremo, sono stati il romano Yuman (capoverdiano da parte di padre), Tananai e Matteo Romano, tre maschi, promossi da Amadeus e dalla sua commissione direttamente tra i big. Che diventano così 25.


PROVA GENERALE
Hanno avuto la meglio su Bais, Destro, Esseho, Littamè, Martina Beltrami, Oli?, Samia, Senza_Cri e Vittoria, che si sono fermati a un passo dal sogno. Il conduttore li ha rincuorati: l’anno scorso Hu non vinse, ora è tra i big con il rapper Highsnob, con Abbi cura di te. In un appuntamento che sembra quasi una prova generale del Festival vero e proprio, con l’obbligo di green pass, tamponi e mascherine per gli spettatori in sala (così anche all’Ariston?), i big già annunciati finiscono per rubare la scena ai giovani, mentre sfilano a turno di fronte alle telecamere per svelare i titoli delle canzoni che presenteranno in gara: da Emma (visibilmente commossa – il suo brano è Ogni volta è così) a Ditonellapiaga e Donatella Rettore (Chimica), passando per Massimo Ranieri (Lettera al di là del mare - parlerà di immigrazione?) e Sangiovanni (Farfalle).

Achille Lauro con Domenica promette ancora show: «Sanremo è una mostra, è un onore esporre qui», dice. Sul palco porterà l’Harlem Gospel Choir, dagli Usa. Iva Zanicchi, a 81 anni, lo show lo fa già: «Ora vi canto un pezzo della mia canzone, Voglio amarti». Amadeus la contiene.

Cori da stadio per Gianni Morandi (Apri tutte le porte è firmata da Jovanotti). E poi Aka 7even (Perfetta così), Michele Bravi (Inverno dei fiori), Ana Mena (Duecentomila ore), Rkomi (Insuperabile), Giusy Ferreri (Miele), Giovanni Truppi (Tuo padre, mia madre, Lucia), Fabrizio Moro (Sei tu), Irama (Ovunque sarai), La Rappresentante di Lista (Ciao ciao), Noemi (Ti amo non lo so dire), Dargen D’Amico (Dove si balla), Le Vibrazioni (Tantissimo). Ci sono tutti tranne Elisa, positiva al Covid: si collega in video per svelare il titolo della sua canzone, O forse sei tu. Svelano i titoli dei loro brani inediti anche i tre vincitori di Sanremo Giovani: Ora e qui per Yuman, Sesso occasionale per Tananai e Virale per Matteo Romano. Le prime prove con l’orchestra si terranno a gennaio, a Roma. I giornalisti ascolteranno le canzoni in anteprima il 14.


LO SPONSOR
Poste Italiane smentisce intanto la partecipazione come sponsor del Festival, dopo che Tim si è sfilata: si aspetta Fiorello per provare a coinvolgere WindTre, di cui lo showman è testimonal? «Io e lui parliamo di Sanremo solo venti giorni prima», dice Amadeus.

“Chi” intanto lancia lo scoop: al Festival potrebbe arrivare come co-conduttore Tommaso Paradiso. Fonti vicine al cantautore smentiscono i rumors. L’indiscrezione non è così inverosimile: Amadeus lo voleva in gara. Paradiso – che in diretta compare anche in video per un saluto all’amico Rkomi – pubblicherà il suo album Space Cowboy un mese dopo la kermesse. Le aspettative sono alte. E l’Ariston è un palco che, tolta la gara, fa gola. Non solo ai giovani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA