Sanremo 2021, ecco il protocollo Rai: «Niente pubblico in sala né programmi collegati». In onda dal 2 al 6 marzo

Sanremo 2021, ecco il protocollo Rai: «Niente pubblico in sala né programmi collegati»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Febbraio 2021, 15:21 - Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio, 16:18

Niente pubblico all'Ariston, stop agli eventi esterni e alla presenza a Sanremo 2021 di programmi collegati al festival. Sono i punti essenziali individuati dalla Rai nel protocollo per lo svolgimento in sicurezza del Festival di Sanremo che sarà inviato domani al Cts.

Fedez squalificato da Sanremo? Svelata per errore parte della canzone in gara, la Rai avvia le verifiche

«La Rai, al termine di una riunione con il Direttore Artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo, prevista dal 2 al 6 marzo - spiega una nota di Viale Mazzini - debba concentrarsi esclusivamente sull'evento serale al Teatro Ariston. Per tale motivo domani l'azienda presenterà al Cts il protocollo organizzativo-sanitario che non prevede la presenza del pubblico al Teatro Ariston. La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione». «Non sono previsti eventi esterni e la presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival, che negli ultimi anni hanno animato la rassegna canora. Con tale impostazione - si legge ancora - la Rai intende produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia del Festival».

Sanremo 2021, Amadeus e il post che fa infuriare: «Gli ignoranti parlano». Rivolta social: «Irrispettoso verso la gente che muore»

Il sindaco e la sicurezza

Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo, chiarisce: «Con i vertici Rai ci siamo sentiti al termine della riunione che hanno avuto con la direzione artistica: mi hanno informato sulla volontà di presentare al Cts un progetto che non prevede i figuranti. Al di là delle polemiche degli ultimi giorni, mi pare una scelta orientata a perseguire la condizione di massima sicurezza possibile, esattamente come abbiamo già fatto annullando il palco di piazza Colombo o qualsiasi altro evento collaterale. Ora aspettiamo di conoscere il parere del Cts e i protocolli sanitari validati, concernenti anche gli spazi esterni all'Ariston, che dovrò poi approfondire insieme alla prefettura e a tutti i soggetti coinvolti». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA