Sanremo 2021 con il pubblico? Ecco l'escamotage che vorrebbe adottare la Rai

Sanremo 2021 con il pubblico? Ecco l'escamotage che vorrebbe adottare la Rai
3 Minuti di Lettura

Teatro o studio tv? Il nodo della presenza del pubblico all'Ariston per il Festival di Sanremo è legato alle disposizioni in vigore: i teatri sono chiusi, ma la presenza di pubblico è ammessa negli studi televisivi, «in quanto alle trasmissioni televisive non si applica il divieto previsto per gli spettacoli, perché la presenza di pubblico in studio rappresenta soltanto un elemento 'coreograficò o comunque strettamente funzionale alla trasmissione», ferme restando le norme di distanziamento. Lo si legge nelle Faq sul sito di Palazzo Chigi.  Alcuni programmi tv, come Amici di Maria De Filippi, si svolgono con il pubblico, nel rispetto delle norme anti contagio. La linea della Rai è 'equipararè l'Ariston a uno studio che ospita «un programma tv seriale», come ha spiegato ieri anche il direttore di Rai1 Stefano Coletta e quindi può svolgersi in presenza di pubblico (comparse, figuranti, ospiti) come prevede la risposta alla domanda pubblicata nelle Faq.

Sanremo 2021 senza figuranti, Amadeus pronto a lasciare il Festival. Franceschini: «L'Ariston è un teatro come gli altri»

Intanto il Consiglio Direttivo Fimi (Federazione Industria Musicale Italiana) ha adottato oggi formalmente il protocollo predisposto da Afi, Fimi e Pmi con le linee guida che saranno seguite dalle case discografiche al Festival di Sanremo». Lo sottolinea una nota della stessa Fimi. «Il protocollo sarà diffuso a tutti i media, operatori, istituzioni ed albergatori nei prossimi giorni - prosegue la nota - consentendo a tutti i soggetti coinvolti di adeguare le misure di sicurezza agli standard più elevati in occasione dei rapporti con l'industria discografica durante la manifestazione. Il protocollo potrà essere integrato e modificato a seguito dei provvedimenti adottati da Cts e Rai con i quali le associazioni avranno un'interlocuzione».

Gli artisti

«La mia su Sanremo l'ho già detta: in onore del Festival e per ciò che ha rappresentato nel mondo e per gli italiani è meglio rimandarlo». È quanto ribadisce Al Bano all'Adnkronos dopo la notizia che sarà vietato il pubblico in sala anche all'Ariston. «È giusto che non ci sia il pubblico -sottolinea - sarebbe troppo rischioso. Per questo dico: 'rispettiamo Sanremo e rimandiamolò». «Hanno cancellato il Carnevale di Rio de Janeiro e il festival de Viña del Mar in sud America -prosegue il cantante- il Covid morirà, Sanremo deve essere onorato per quello che è e farlo in piena pandemia è un errore». E sui rumors secondo cui Amadeus sarebbe pronto a rimettere il suo mandato di direttore artistico e conduttore del festival di Sanremo Al Bano commenta: «Sarebbe un peccato, ormai aveva fatto esperienza».

«Il pubblico 'coreograficò non esiste. Se esiste, non dovrebbe esistere. Non in questo momento». Lo scrive sul suo profilo twitter l'attore Alessandro Borghi, postando il tweet di stamattina del ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini.

Video

Giovedì 28 Gennaio 2021, 13:01 - Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio, 16:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA